Blog

Seguite i nostri articoli di interesse e informazione cinofila. Condividete sui vostri social i vostri preferiti!

Archivio per categoria blog

Triste episodio su Italo Treno: protagonista il cane di 16 anni di Silvia Amodio

Italo-cane
Caterina

Vi vogliamo raccontare un triste episodio in cui si è trovata coinvolta la fotografa e giornalista Silvia Amodio

Lo condividiamo perché potrebbe capitare a tutti noi che abbiamo un 4 zampe. Partiamo subito dicendo che i nostri amici animali fanno parte della famiglia e, come tali, meritano rispetto e cura.

Con portamiconte ribadiamo sempre il concetto che, per quanto possiamo, cerchiamo di portare con noi il nostro cane o gatto e che le strutture alberghiere, i ristoranti, i trasporti ci vengono incontro sempre di più diventando petfriendly.

Per questo motivo ci è dispiaciuto molto apprendere quello è successo a Silvia Amodio mentre viaggiava con Caterina, la sua cagnolina di 16 anni, su Italo Treno.

Ci piacerebbe intervistare direttamente Caterina per capire meglio come si è sentita ad essere stata trattata come un oggetto, ma lei può solamente esprimersi con gli occhi e con qualche bau. Chiediamo quindi alla sua mamy umana, Silvia Amodio, di descriverci quel che è accaduto:

Silvia Amodio: “sabato 5 ottobre sul treno Italo numero 9955 Milano-Napoli delle 18.25, viaggiavo con la mia cagnolina di 16 anni pacificamente e con la tranquillità anche degli altri passeggeri, dato che Caterina era accucciata e silenziosa. La tempesta è arrivata quando il controllore, con fare piuttosto prepotente e maleducato, mi ha invitato a mettere Caterina nel trasportino. Gli ho chiesto se potevo farne a meno, dato che non dava fastidio a nessuno e che avrebbe patito a quell’età essere chiusa dentro un trasportino anche a causa dei suoi gravi problemi di salute e di ansia. Gli ho spiegato che Caterina è sorda, quasi cieca e cardiopatica. Ho proposto di chiamare insieme il veterinario per dimostrargli che il mio non era un capriccio, ma che una decisione del genere avrebbe potuto mettere a rischio anche la sua vita, ma non ha sentito ragioni!”

Federica di portamiconte: quindi per il controllore la soluzione di viaggio era solo quella di chiuderla dentro il trasportino?

Silvia Amodio: “Mi ha detto che quelle erano le regole di carattere igienico-sanitarie. E posso comprenderlo, ma ho cercato di fargli presente che non tutti i cani sono uguali e che per alcuni si tratta di una vera tortura. Mi è dispiaciuto non avere un dialogo, non essere ascoltata, ma al contario sentirmi trattata come una “delinquente”. Mi ha addirittura chiesto di esibire i documenti sottolineando di essere un pubblico ufficiale, con un tono del tutto inadeguato al contesto.

Federica di portamiconte: Le ha fatto la multa?

Silvia Amodio: “Mi ha detto che potevo lasciare “libero” il cane solo se mi fossi spostata in un’altra carrozza pagando 90 euro e che mi avrebbero dato una traversina. Gli ho fatto vedere che dietro ne avevo due! Viaggiamo sempre con copertina e traversina, proprio per non recare fastidio agli altri passeggeri.  Gli ho chiesto a quel punto se potevo vedere la loro traversina… ero piuttosto curiosa di capire, per quella cifra, che cosa che mi avrebbero fornito. Ma il controllore mi ha risposto che non era tenuto a farlo”.   

Quindi ricapitolando secondo il controllore un cane, per ragioni igieniche, deve stare chiuso nel trasportino, ma se paghiamo 90 euro va benissimo anche libero e con la traversina!

Silvia Amodio: “Quelle sono le regole di Italo e in questo caso credo si trattasse di una multa. Ogni azienda fa come crede, tuttavia io penso che si debba tenere conto anche del buon senso. Inoltre un po’ di educazione non guasta mai!

C’è un’altra cosa che in questa faccenda mi ha amareggiato: ho cercato di comunicare l’episodio all’azienda, ma non ho capito bene come fare. L’assistenza clienti è a pagamento (e questo non mi sembra giusto) ho scritto due volte all’ufficio stampa, ma nessuno ha mai risposto. Ho scritto sulla loro pagina facebook e nessuno ha risposto. Questo secondo me è ancora più grave dell’accaduto che poteva essere circoscritto e liquidato come un eccesso di zelo da parte di una singola persona. Questo silenzio da parte di un’azienda anziché placare le acque amplifica una brutta figura.

Spero che quanto accaduto possa servire a creare un dialogo costruttivo tra chi possiede animali e le aziende che, per varie ragioni, debbano averci a che fare. Come ho ricordato nella una mail che ho scritto a Italo, oltre metà delle famiglie italiane vive con un animale domestico, si tratta di una fetta di mercato che non può essere trascurata. È contraddittorio promuovere campagne in favore dei nostri pet e poi essere così poco professionali nell’affrontare l’argomento”.

A nostro parere il comportamento è stato sicuramente di mancata sensibilità da parte del controllore. Pensiamo che i dipendenti di Italo Treno dovrebbero essere formati, non solo per far sì che le persone rispettino le regole, ma anche dal punto di vista empatico ed emotivo. Al giorno d’oggi è sempre più importante il rispetto verso le persone e gli animali. Speriamo che Italo Treno replichi all’accaduto per spiegare ed eventualmente porgere delle scuse per il comportamento del controllore.

Intanto massima solidarietà a Silvia Amodio che parallelamente alla sua attività legata a temi sociali, realizza importanti lavori e campagne a favore degli animali.

In fotografia la dolcissima Caterina, modella per un calendario benefico in favore dei cani abbandonati.

Ford Puma: il bagagliaio diventa una toelettatura!

Ford Puma-portamiconte

La nuova Auto di casa Ford punta sull’amore per i cani e presenta la nuova Puma con il MegaBox che diventa una comoda toelettatura!

Unaltro buon motivo per portare i nostri 4 zampe sempre con noi!

Nessun problema quindi se volete che il vostro cane sia pulito e profumato dopo la passeggiata al parco, in montagna, ecc

Infatti, il bagagliaio dell’auto, dispone di una capienza di 80 litri!
E’ impermeabile e presenta un tappo di scarico, in questo modo è facile da ripulire e per i nostri amici cani risulta essere una toelettatura molto comoda e utile!

Per capire meglio di cosa stiamo parlando vi invitiamo a guardare il video!

Spiagge Vietate ai cani? Solo se è esposto il divieto!

Come dobbiamo comportarci davanti ad una richiesta di andare via dalla spiaggia perchè non accetati con il nostro cane?

Aidaa (Associazione italiana difesa animali ed ambiente ) chiarisce la questione dibatutta spiegando che le spiagge sono vietate ai cani solo se ci sono i divieti esposti!

Condividiamo con voi il regolamento in modo da essere pronti e consapevoli davanti a chi vi chiede di andare via!

Secondo l’AIDAA sono oltre 3.000 le ordinanze emesse da Comuni, Capitanerie di porto, Provincie e Regioni più leggi regionali e i regolamenti dei singoli stabilimenti balneari

  1. I divieti devono essere chiari e comprensibili: nessuno può cacciare dalla spiaggia i cani accompagnati dal proprio padrone, se non ci sono dei divieti esposti e pubblicizzati regolarmente.
  2. Secondo quanto afferma l’associazione AIDAA solo le Forze dell’ordine (Capitaneria di Porto e i Vigili Urbani) possono invitare ad allontanarsi, ma non prima di avere informato della presenza dell’ordinanza di divieto. I vigili devono mostrare il divieto e indicare chiaramente il numero di ordinanza e la scadenza, in quanto molte ordinanze contengono divieti solo parziali, limitazioni orarie o riferite a singoli giorni della settimana. Il rifiuto di mostrare le ordinanze, rileva, “è passibile del reato di omissione di atti di ufficio”.
  3. In caso di multa, scrivere sempre sul verbale le motivazioni della vostra presenza in spiaggia: ad esempio mancanza di cartelli di divieto o di indicazione del numero di ordinanza e data di divieto dietro i cartelli. In modo da poter essere contestata davanti al giudice.
  4. Il proprietario del cane deve tenere l’animale al guinzaglio, raccogliere obbligatoriamente le deiezioni oltre ad evitare di liberare il cane in presenza di bambini o di altri soggetti a rischio o di altri cani. Da evitare anche, conclude Aidaa, l’esposizione prolungata dell’animale al sole, per evitare rischi alla sua salute.

Fonte AIDAA – ANSA

Unicredit Milano dice sì ai cani in ufficio!

Cani in ufficio: tra i lavoratori europei proprietari di cani, quattro su dieci, se potessero scegliere, come primo benefit aziendale vorrebbero la possibilità di portare il proprio animale in ufficio.
Si tratta del 76% nel nostro Paese dove, tra cani e gatti, si contano quasi 15 milioni di animali da compagnia domestici.

Gli studi documentano benefici sulla produttività dei dipendenti e dell’impresa. Migliora lo stato di salute e l’ ambiente di lavoro è più piacevole.

Unicredit Milano ha preso coscienza di questa opportunità è ha dato il via libera ai cani in ufficio! Oltre a poter portare il proprio cane con sè a lavorare, a disposizione per gli accompagnatori a 4 zampe hanno creato la Dog Room con tutti i comfort necessari per loro.

Chiaramente i proprietari dei cani devono rispettare alcune regole che riguardano il comportamento ed il benessere del cane, consapevolezza e rispetto per i colleghi e la vita in ufficio.

E’ stata realizzata anche un’app interna con cui vengono gestite le prenotazioni e i turni per portare con sè il cane al lavoro.

Noi di portamiconte siamo felici di questa iniziativa e abbiamo pensato che un incentivo per le aziende che vogliono provare a dire si ai cani in ufficio, sia quello di provare il progetto di Team Building che potete leggere su Dog at Work

4 accessori indispensabili da portare con sé quando si viaggia in auto con Fido

4-accessori

 

Accessori indispensabili per viaggiare con Fido

Viaggiare in auto con il proprio cane può essere semplice e piacevole. Si deve però pensare a lui e alle sue esigenze e portare con sé tutto ciò che è necessario per far sì che il viaggio sia un’avventura positiva per entrambi. Non parliamo di portare via tutto l’armadio. Grazie alla collaborazione con Trixie, pensiamo che siano solamente 4 gli accessori indispensabili.

Innanzitutto è buona cosa pensare alla vostra sicurezza. Come prescrive la legge, il cane deve viaggiare in auto senza impedire una guida attenta e serena. È per questo che è necessario dotarsi di un trasportino. In commercio ne esistono tanti. Sono disponibili in plastica o in tessuto e delle più svariate fantasie e dimensioni.

Un consiglio importante è quello di far abituare il cane all’uso del trasportino già a casa. Non utilizzatelo per la prima volta durante uno spostamento in automobile. Il viaggio può risultare stressante già di per sé. Essere in un ambiente nuovo, non conosciuto e chiusi al suo interno non renderà lo spostamento certamente facile. È quindi utile acquistare il trasportino e tenerlo a casa, aperto, vicino alle zone dove il cane è solito riposarsi e giocare. Piano piano il cane lo annuserà e deciderà di sedersi all’interno. Il trasportino quindi diventerà di sua proprietà e avrà il suo odore.

trasportino

Trsportino Capri Trixie

Per animali di taglia grande, il divisorio è una soluzione alternativa al trasportino. È un accessorio in metallo che si installa all’interno dell’auto. Serve a tenere separato l’abitacolo dal bagagliaio dove verrà accomodato il cane. Anche in questo caso, il cane non disturba in nessun modo la guida del proprietario. Non si devono forare le pareti interne dell’auto e il divisorio si adatta sia in altezza sia in larghezza all’abitacolo.

traposrtino-auto

Trasportino Skudo Car Trixie

 

trasportino

Trasportino, doppio Trixie

cuccia-auto

Cuccia e borsa per auto Trixie

Soprattutto in estate, ma non solo, quando viaggiate e vi spostate, portate con voi una ciotola per l’acqua. Fido ve ne sarà grato. In auto la temperatura è più alta e nel trasportino circolerà poca aria. Poi, lo sapete, ci sono cani molti entusiasti di andare in giro in auto e tra la gioia e l’euforia avranno bisogno di una pausa e di un po’ d’acqua.

Le ciotole pieghevoli occupano pochissimo spazio. Se volete avere tutto in ordine, riponetele comodamente nelle tasche del trasportino. Il materiale è solitamente il silicone ed è quindi veloce da pulire e da asciugare per togliere le ultime gocce d’acqua.

Oltre alle ciotole pieghevoli sono disponibili anche i distributori d’acqua. Funzionano come contenitori d’acqua e come ciotole. Con quelli termici avrete sempre acqua fresca. Per l’estate e per le giornate afose, il kit si completerebbe aggiungendo un tappetino rinfrescante. Fido potrebbe usarlo come cuccia. L’effetto rinfrescante è prodotto attraverso il contatto con il suo corpo. È per questo funziona senza elettricità, ulteriore raffreddamento o acqua.

ciotola-silicone

Ciotola in silicone pieghevole Trixie

Distributore acqua termico Trixie

Distributore acqua Trixie

tappetino-refrigerante

Tappetino refrigerante – Trixie

 

Se porterete con voi anche un gioco di Fido, il viaggio non potrà che risultare perfetto. Il gioco serve ai cani timorosi del trasportino o dell’auto. Serve a ricordargli che sono in un ambiente sicuro e familiare. Riconoscerne l’odore e sapere che è uno dei loro giochi avrà effetto su di loro. Serve anche come svago. Il tuo cane si intratterrà con il peluche o con la pallina e non si accorgerà del viaggio.

gioco-cane

Gioco peluche Trixie

gioco-cane-peluche

Gioco Peluche Trixie

Il kit di primo soccorso è utile non tanto per il viaggio in auto in sé ma piuttosto per la destinazione dello spostamento. Pensate per esempio, se vi recate in montagna a fare una camminata e vi accorgete che al vostro cane si è attaccata una zecca. In questa borsetta c’è una pinzetta con la quale potrete estrarla. Subito e in modo facile. Sebbene la borsetta è piccola, all’interno ci sono molti accessori che in casi particolari possono veramente tornare utili. Ci sono un paio di guanti monouso in vinile, una garza, delle bende, un elastico, un rotolino di cerotti, due tamponi bagnati di alcool, 1 siringa, 1 museruola, 1 pettine antipulci e 1 pinzetta per le zecche. Anche il libretto delle istruzioni si rivela molto utile. Spiega in modo dettagliato i sintomi che il cane può manifestare e come si utilizzano gli accessori.

 

kit

Kitdi pronto Soccorso Trixie

pronto soccorso

Kit di pronto soccorso Trixie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Blue Monday: il giorno più triste coincide con la giornata mondiale dell’abbraccio!

 

blue-monday

Ci siamo oggi è il Blue Monday noto come il giorno più triste dell’anno! Nato da una precisa equazione: una quindicina d’anni fa lo psicologo inglese Cliff Arnall dell’Università di Cardiff ha elaborato un’equazione, mettendo insieme la condizione metereologica con i debiti, lo stipendio, con la lontananza dal Natale.. Inoltre, in inverno, abbiamo le batterie più scariche.

Ma la fortuna è che, il terzo lunedì di gennaio super triste e portatore di depressione e ansia, coincide con la giornata mondiale dell’abbraccio! Quindi quale miglior antidoto per sconfiggere il malumore .. se non quello di usare il potere dell’abbraccio?!

Abbracciamo anche i nostri amici cani e gatti! Ne trarremo sicuramente gran beneficio!

Gli abbracci – spiega l’esperto Francesco Bruno dell’Università Sapienza di Roma fanno bene alla salute:

  • sprigionare emozioni positive
  • riducono i livelli di stress
  • rilasciano ossitocina
  • fanno bene alla salute cardiovascolare

Altri buoni suggerimenti: fate attività fisica, uscite, fate shopping, mangiate ciò che vi piace di più e ciò che contiene vitamina B2 e B3 (ad esempio le mandorle) e uova e cereali che aiutano a produrre la serotonina (ormone del benessere)

nella foto: il Golden Retriever che a New York dispensa abbracci ai passanti 🙂

Laurea ad honorem per il Golden Retriever Griffin

Laurea

Laurea ad honorem al cane Griffin un golden retriever. Griffin ha 4 anni e gli è stata conferita la laurea insieme alla sua amica Brittany Hawley. Insieme hanno trascorso tutti gli studi alla Clarkson University di New York. La ragazza è sulla sedia a rotelle, perchè soffre di dolori cronici e da sempre Griffin sta al suo fianco assistendola con amore, costanza e professionalità: è il suo miglior amico che con il suo affetto la fa sorridere e vivere più serena tenendola lontana dal pericolo di cadere in depressione e dagli attacchi d’ansia. Griffin è sempre presente con tutto lo straordinario amore che un 4 zampe sa dare.. e poi l’aiuta nella vita quotidiana: apre le porte, accende la luce, porta gli oggetti…

Alla cerimonia era al suo fianco ed ha ricevuto il giusto riconoscimento! Complimenti ad entrambi!

Giochi di strategia: le sfide per i nostri amici a quattro zampe

giochi-strategia

I nostri amici animali non vogliono essere occupati solo fisicamente, ma anche mentalmente. I giochi di strategia Trixie nascono per questo. Sono costituiti da cassetti e scanalature dove nascondere i croccantini e far sì che i nostri fedeli amici si ingegnino a raggiungerli. Sono ottimi per allenare le loro abilità e sono utili specialmente in inverno quando c’è il rischio che i nostri amici a quattro zampe si annoino perché non possono trascorrere molto tempo all’aria aperta.

Parliamo di Problem solving e della sua importanza

 

Letteralmente significa problema da risolvere! E sta proprio al nostro amico a 4 zampe attivare le proprie capacità mentali per risolvere il problema. Sono giochi di attivazione mentale che consentono al nostro amico cane o gatto di sperimentare e mettersi alla prova. Crescerà la sua autostima e la complicità con il proprio amico umano che lo seguirà passo a passo!

Gambling Tower – livello 1 – Trixie

 

Sono giochi adatti anche a cani che presentano caratteri ansiosi, perchè aiutano a lavorare con tranquillità e concentrazione. Infatti, il cane riesce a risolvere il problema nel momento in cui si rilassa e si concentra.

E’ importante ricordare che ci sono vari livelli ed è utile cominciare sempre da qualcosa di semplice. In ogni confezione è riportato il livello di difficoltà del gioco da 1 a 3 e sono presenti le istruzioni su come insegnare e allenare i nostri amati amici.

Quando inizia a giocare con un gioco di strategia…si parte sempre con l’annusare e osservare l’oggetto (gioco), così il 4zampe impara a porre attenzione e a memorizzare i movimenti meccanici del gioco ed infine a studiare la strategia per risolverlo. Ed è il proprietario dell’animale che deve mostrare la sequenza o i movimenti. Ed è sempre lui che deve stabilire la difficoltà dell’esercizio e decidere quando si può aumentarla.  E’ molto importante perché l’animale deve ottenere dei successi, non rimanere deluso e continuare ad avere molto interesse sul gioco.

Questi giochi, perciò, possono essere il giusto intrattenimento.

Possiamo fare divertire i nostri cani, i nostri gatti e i nostri piccoli roditori negli ambienti chiusi, non necessitano né di spazio né di tanto movimento.
I nostri pelosetti non potranno però giocare senza la nostra supervisione. Essendo giochi di strategia che necessitano della concentrazione degli animali, dobbiamo essere sempre presenti durante il gioco e aiutarli. Dovremo sia aiutarli nella risoluzione che accertarci che non si innervosiscano o perdano il gusto del divertimento.

 

Ikea Catania apre le porte ai cani randagi

ikea-catania-randagi

La Sicilia è stata colpita dal maltempo e questo ha provocato diversi problemi e disagi.

Tutti sono coinvolti in questa brutta situazione, non solo le persone, ma anche gli animali.  Da ieri nel web tutti abbiamo visto un video e diverse foto della bella iniziativa di Ikea a Catania:  ha aperto le porte ai randagi della città, ospitandoli all’interno del negozio.

La notizia è arrivata da una cliente che ha ripreso alcuni cani che dormivano sui tappeti e ha inviato il video alla mamma che poi ha pubblicato un post con il video scrivendo  “Una bella iniziativa per dare rifugio ai cani randagi mentre fuori piove. Vogliamo applaudire questa civiltà?”

Felici per questa decisione di Ikea, non potevamo non condividerla…  e i 4 zampe che così hanno trovato una “casa” al riparo dal brutto tempo.

Cucce resistenti per cani medio-grandi e molto giocherelloni

cucce-resistenti

Cucce per cani di taglia medio-grande, quale scegliere?

Non tutti hanno Chihuahua, Carlini e Pinscher… Boxer, Pitbull e Amstaff, ad esempio, hanno dimensioni e forze fisiche ben diverse. E sono molto energici e attivi.

Quale cuccia o cuscino resiste alle loro mandibole?

Chi ha un cane molto vivace e di taglia medio-grande sa quanto si diverte a mordere…spesso la cuccia diventa un gioco da strapazzare e peggio ancora distruggere!!

Sappiamo bene come i cani energici farebbero fuori una cuccia nel giro di poche ore. Loro senz’altro si divertirebbero, ma si divertirebbero un po’ meno i genitori umani. Bisogna scegliere le loro cucce e i loro cuscini con gli stessi ragionamenti che si fanno quando si scelgono i loro giochi. Devono essere resistenti e robusti prima di tutto. Prima del gusto estetico.

Spesso ci si adatta con bacinelle, ciotolone in plastica riempite con un vecchio cuscino di casa, ma oggi non è poi così necessario ricorrere a questo stratagemma. Infatti ci sono modelli in cui il lato funzionale incontra il lato decorativo.

Se, di ritorno a casa dalla spesa o da lavorare, vi siete trovati il vostro cane che ha fatto fuori la cuccia nuova, allora è ora di presentarvi le cucce e i cuscini Samoa di Trixie.

Le dimensioni sono adatte a queste razze. La fodera ha effetto nylon o è in similpelle. Non si sgualciscono, sono robusti e resistenti tanto da essere adatti anche all’esterno. Sia i cuscini che le cucce e i materassini sono sfoderabili. I colori tra cui scegliere sono il ciclamino, l’azzurro, il grigio, il marrone, il blu e il nero.

Mettete le cucce e i cuscini Samoa Sky alla prova dei vostri combinaguai preferiti!