Blog

Seguite i nostri articoli di interesse e informazione cinofila. Condividete sui vostri social i vostri preferiti!

Archivio per categoria blog

Petfriendly e Travel Bond Best Western – BWH Hotel Group

hotel-petfriendly

Best Western Hotel Soave – Verona
 

Best Western Lancia i Travel Bond per far ripartire il turismo

La situazione turistica di questo periodo, purtroppo, è stata travolta dall’emergenza Covid-19. Ma ci sono iniziative alberghiere interessanti che danno una spinta ottimistica verso il futuro e creano prospettive per il turismo e per le agenzie di viaggio.

Noi che in famiglia abbiamo il cane o il gatto siamo sempre alla ricerca di realtà alberghiere petfriendly. Tutti noi stiamo cercando di capire come potremo muoverci prossimamente in vista delle vacanze e delle ferie.

Best Western Hotel ha infatti lanciato i Travel Bond

Ne abbiamo parlato con Giovanna Manzi, CEO di BWH Hotel Group

Grazie Giovanna per la sua disponibilità… cosa sono i travel bond e come acquistarli ?

I BW Travel Bond sono la nostra proposta per “investire sui soggiorni in hotel”. Si acquistano online su bestwestern.it in pochi passaggi, sono disponibili in diversi tagli da 50 fino a 500 Euro, hanno un rendimento pari al 25% e potranno essere utilizzati in tutti i 180 hotel del gruppo. Pensando a questa soluzione abbiamo voluto  sollecitare tutti i segmenti di mercato offrendo da subito un vantaggio ad aziende e clienti individuali per le esigenze di viaggio del futuro.

Quanto è importante pensare al futuro in viaggio per poter ripartire?

E’ importante perché il turismo è un mercato che pesa per il 13%, almeno, sul pil nazionale, perché ha un indotto che impatta su moltissimi settori, perché offre lavoro a oltre 4 milioni di persone. Il settore da subito ha fatto i conti con l’emergenza, ma noi sappiamo anche di poter contare sull’Italia un Paese meraviglioso e ricco di risorse e che il nostro mercato di riferimento sarà quello italiano, di prossimità e di nicchia. I nostri hotel sono già al lavoro per accogliere al meglio tutti gli ospiti e stanno implementando i nuovi protocolli per la sicurezza di staff e ospiti.



Best Western Hotel Soave – Verona
 

Molti hotel Best Western sono petfriendly e con piacere li abbiamo inseriti nella nostra app dogtourist, quanto è importante oggi accogliere cani e gatti nei vostri hotel?

La soluzione Hotel PetFriendly è stata un successo fin dalla sua introduzione: oggi sono oltre 40 gli hotel del nostro gruppo ad aver aderito a questa soluzione. I clienti che viaggiano con cani e gatti apprezzano moltissimo i servizi in camera e negli spazi comuni, ma più di tutto sanno di non essere costretti a separarsi dai propri animali durante i periodi di vacanza, un aspetto fondamentale per la serenità di tutto il nucleo familiare.

Seguiteci presto vi aggiorneremo con l’elenco degli hotel petfriendly Best Western!



Best Western Hotel Soave – Verona
 

Portare il cane in aereo con Volotea prenotazione complicata

cane-volotea

“Porti il tuo animale domestico sempre con te? Con il servizio di animali domestici a bordo, potrai portarlo con te ovunque tu vada” così si legge in uno dei link di Volotea, compagnia aerea spagnola che consente di portare con sè il proprio cane o gatto.

Ci ha contattato per avere ulteriori informazioni una viaggiatrice che si è trovata in gravi difficoltà al momento della prenotazione.

Vi raccontiamo la vicenda:

C.M. decide di prenotare un volo per tre persone per la Sardegna (tratta A/R Bologna-Olbia). Felice per il prezzo ottimo, ma soprattutto perchè poteva portare con sè i suoi due cani di piccola taglia in base al regolamento dedicato al trasporto di animali da compagnia che riportiamo qui per intero:

  • Puoi portare a bordo un gatto o un cane (non sono ammessi altri animali).
  • L’animale dovrà viaggiare in una gabbia omologata per animali dalle dimensioni massime di 50 x 40 x 20 cm.
  • Il peso massimo dell’animale domestico dovrà essere di 8 kg, compresa gabbia e accessori.
  • L’animale deve vere almeno 8 settimane di età per poter viaggiare.
  • Dovrai portare con te la documentazione dell’animale necessaria per il trasporto (documento d’identità e certificato sanitario).
  • È ammesso un solo animale a passeggero per un massimo di 2 animali sullo stesso volo. Consulta la disponibilità di posti.
  • Consulta il costo del servizio di trasporto animali domestici sul tariffario.
  • Assicurati di rispettare tutti i requisiti necessari, leggendo attentamente le Condizioni di trasporto di animali domestici.

Certa di esere nel giusto, in relazione a tutte le specifiche di viaggio sopra riportate, C.M. prenota il biglietto. Sceglie i posti che preferisce (quelli davanti), ma al momento di aggiungere i due cagnolini, il sistema di prenotazione on line non le dà la possibilità di inserirli. A quel punto decide di contattare Volotea, ma dopo svariati vani tentativi, si trova costretta a chiamare il numero a pagamento messo a disposizione. Ciò che le viene detto, come giustificazione alla mancata prenotazione, è che i cagnolini devono stare con 2 proprietari diversi e in trasportini diversi (fin qui tutto nella norma). C.M. potrebbe però metterli nello stesso trasportino, in quanto insieme non arrivano a pesare 8kg. Ma ecco la stranezza che le viene detta “può metterli nello stesso trasportino, solo se i due cagnolini hanno la stessa madre”.

C.M., come del resto noi, è rimasta stupita e tra l’altro non è poi così scontato poter risalire alla madre del proprio cane ..

Cosa può fare quindi C.M.?

Deve rinunciare ai suoi biglietti e tentare di avere il rimborso? il rimborso sarà totale? fare nuovi biglietti che ora costano di più?

La compagnia non dà risposte comprensive al riguardo.

Diamo, ovviamente, a Volotea diritto di replica e, se vorrà, potrà spiegarci meglio questa situazione. Comunque invitiamo la compagnia a specificare meglio il regolamento sul trasporto di animali domestici che troviamo nel loro sito, in modo da evitare spiacevoli situazioni.

Il video del cane Giada fa il giro del web: appello per la riapertura delle toelettature

Il video del cane Giada per Giuseppe Conte è virale

Il video della cagnolina Giada sta facendo il giro del web. Un video dove fa il suo appello a Giuseppe Conte a nome di tutti i 4 zampe, per la riapertura delle toelettature!

Rigranziamo tutti coloro che stanno sostenendo la riapertura e stanno facendo girare il video per far prendere coscienza dell’importanza della riapertura delle toelettature al più presto per il benessere dei cani.

Rispettiamo le decisioni prese dal Governo come misura di contenimento e prevenzione del contagio del coronavirus, ma vorremmo che prendesse in considerazione la possibilità di includere la toelettatura tra le attività essenziale da far ripartire al più presto. I cani e i gatti sono membri della famiglia. Vivono e convivono i nostri spazi. E’ importante mantenere la pulizia e l’igiene adeguata. La toelettatura non è solo un fattore estetico, ma si è anche benessere e cura. Ci sono persone che non hanno la possibilità fisica o logistica di lavare il proprio cane. Ci sono cani che hanno necessità di essere toelettati dai professionisti del settore per evitare problemi di dermatiti causate da nodi, otiti causate dai peli nelle orecchie. Senza considerare che stiamo entrando nel periodo dei forasacchi ed è importante tenere pulite le aree dove potrebbero insinuarsi. Per non parlare del problema dei parassiti (zecche, pulci e zanzare)

Chiaramente tutte le toelettature adotterano le misure ed i dipositivi di sicurezza anticontagio.

Chi vuole sostenere le tooelettature può firmare anche la petizione lanciata da Maria Rosa Lombardo a questo link

Joaquin Phoenix miglior attore Oscar 2020 e grande uomo nel discorso sul diritto degli animali

joaquin-phoenix-oscar

Joaquin Phoenix sale sul palco a ritirare il premio Oscar come Miglior Attore per la sua straordinaria interpretazione di Joker. Stupisce tutti con un discorso, un forte messaggio in cui evidenzia l’egoismo delle persone,
le disuguaglianze di genere, degli afroamericani, dei nativi, della comunità Lgbt e parla in difesa dei diritti degli animali.

In questo Link il video del suo discorso

Riportiamo qui il discorso per intero:

“Grazie. Basta, basta. Io sono veramente pieno di gratitudine in questo momento. Non mi sento superiore agli altri candidati di questa mia categoria o ad altre persone presenti in questa sala perché stiamo tutti condividendo lo stesso amore, che è l’amore per i film e per il cinema, e questa forma di espressione che ha, anche perché questa mi ha dato la vita più straordinaria che potessi avere. Non so che cosa sarei diventato senza. Ma penso anche che il dono più grande che mi ha dato, e ha dato anche a tante altre persone in questa sala, è l’opportunità di utilizzare la nostra voce per le persone che non hanno una voce. Ho pensato molto alle questioni difficili che stiamo affrontando, davanti alle quali ci troviamo collettivamente. Magari è arrivato il momento di iniziare a diventare portavoce di altre cause. C’è comunque qualche cosa da sottolineare, ci sono dei punti in comune: che parliamo di disuguaglianze di genere o di razzismo o del diritto delle comunità LGBTQ o dei diritti degli animali o delle persone native, parliamo comunque di diritti, parliamo di lottare contro l’idea che una razza, una nazione o una specie sia dominante, abbia il diritto di dominare o di sfruttarne un’altra impunemente. E penso anche che siamo diventati troppo lontani e troppo disconnessi dalla natura e che spesso abbiamo un punto di vista totalmente egocentrico ed ego-referenziale: pensiamo di essere il centro dell’universo, andiamo nella natura e la distruggiamo, la sfruttiamo prendendone le risorse. Ci sentiamo in diritto di inseminare artificialmente una mucca e quando nasce il suo vitello lo rubiamo, anche se è chiaro che è un errore, che è un crimine. E non solo, prendiamo anche il latte che dovrebbe andare per il suo vitello e lo usiamo da bere, lo mettiamo nei nostri cereali al mattino. Abbiamo paura dell’idea di cambiare perché pensiamo che sia legato a un sacrificio che dobbiamo fare, ma gli esseri umani sono così pieni di inventiva, di genialità che – penso io – quando utilizziamo l’amore e la compassione come principi guida di quello che facciamo possiamo davvero riuscire a creare, a sviluppare e a realizzare dei sistemi che siano a beneficio di tutti noi, degli essere senzienti e dell’ambiente. Ho fatto un sacco di cose terribili nella mia vita: sono stato egoista, sono stato cattivo e crudele a volte, sono stato un collega difficile con cui lavorare, ma molte persone, anche molte che sono in questa sala, mi hanno dato una seconda opportunità ed è qui che facciamo al meglio il nostro lavoro di esseri umani: quando ci sosteniamo gli uni con gli altri, non quando ci diamo contro perché abbiamo fatto degli errori, ma quando cerchiamo di crescere insieme, quando ci guidiamo verso la redenzione assieme. Ed è qui che viene il meglio dell’umanità. Quando mio fratello [River Phoenix] aveva 17 anni ha scritto queste parole: “Corri verso il rifugio con amore e giungerà anche la pace”.

Botti di Capodanno: 9 consigli utili per i nostri amici animali

Tutto il periodo delle feste Natalizie per i nostri amici a 4 zampe possono significare ansia e terrore creato dai festeggiamenti con i botti!

Tanti sono i Comuni che hanno emesso l’ordinanza per evitare i botti, sopratutto quelli di Capodanno… ma essendo appunto solo un’ordinanza e non una legge, è una situazione difficile da gestire per le forze dell’ordine. Tanti non rispetteranno le regole.

Vi diamo 9 consigli utili proposti dalla LAV per affrontare l’ultimo dell’anno arginando il più possibile il livello di ansia e stress dei vostri cani e gatti:

  1. Fare una bella PASSEGGIATA durante il giorno! e un’uscita breve all’imbrunire il 31 dicembre.
  2. NON LASCIARE il tuo cane o gatto da solo all’ESTERNO! In questo modo si evita l’effetto devastante dei botti e dei bagliori che potrebbero portare il tuo 4 zampe a fuggire! Non teneteli nemmeno legati, nello spavento potrebbero farsi male.
  3. Crea una ZONA di COMFORT per il tuo 4 zampe: uno spazio della casa che lo faccia sentire al sicuro. Tieni accesa la tv o metti musica rilassante lasciando dei giochi interattivi con del cibo nascosto. Chiudi bene le finestre e le imposte, anche i bagliori improvvisi possono spaventare gli animali.
  4. NON CREARE zone con OSTACOLI che potrebbero bloccarlo nel caso avesse bisogno di starti vicino (se state a casa insieme)
  5. Cerca di ESSERE TOLLERANTE se noti segni di stress che potrebbe avere: leccare, ricerca insistente. Alcuni studi hanno collegato che gli atteggiamenti di cura portano aumento delle endorfine nel cervello e aiutano ad alleviare lo stress.
  6. Dimostra ATTEGGIAMENTO SERENO e tranquillo, in modo da non trasmettergli ansia.
  7. Se hai un cucciolo, durante il momento dei botti crea ASSOCIAZIONI POSITIVE: i botti significano festa, allegria.. associa il momento con cibo gustoso per il tuo 4 zampe!
  8. Raccomandiamo sempre di munire di MEDAGLIETTA con nome e numero di telefono, nella malaugurata situazione di fuga del tuo cane o gatto .
  9. Se non sarete insieme l’ultimo dell’anno e il tuo 4 zampe sai già che vivrà male la situazione festeggiamenti, ti invitiamo a consultare il VETERINARIO per avere suggerimenti su cosa prendere per evitare o ridurre il senso di paura o di panico dell’animale.

Triste episodio su Italo Treno: protagonista il cane di 16 anni di Silvia Amodio

Italo-cane
Caterina

Vi vogliamo raccontare un triste episodio in cui si è trovata coinvolta la fotografa e giornalista Silvia Amodio

Lo condividiamo perché potrebbe capitare a tutti noi che abbiamo un 4 zampe. Partiamo subito dicendo che i nostri amici animali fanno parte della famiglia e, come tali, meritano rispetto e cura.

Con portamiconte ribadiamo sempre il concetto che, per quanto possiamo, cerchiamo di portare con noi il nostro cane o gatto e che le strutture alberghiere, i ristoranti, i trasporti ci vengono incontro sempre di più diventando petfriendly.

Per questo motivo ci è dispiaciuto molto apprendere quello è successo a Silvia Amodio mentre viaggiava con Caterina, la sua cagnolina di 16 anni, su Italo Treno.

Ci piacerebbe intervistare direttamente Caterina per capire meglio come si è sentita ad essere stata trattata come un oggetto, ma lei può solamente esprimersi con gli occhi e con qualche bau. Chiediamo quindi alla sua mamy umana, Silvia Amodio, di descriverci quel che è accaduto:

Silvia Amodio: “sabato 5 ottobre sul treno Italo numero 9955 Milano-Napoli delle 18.25, viaggiavo con la mia cagnolina di 16 anni pacificamente e con la tranquillità anche degli altri passeggeri, dato che Caterina era accucciata e silenziosa. La tempesta è arrivata quando il controllore, con fare piuttosto prepotente e maleducato, mi ha invitato a mettere Caterina nel trasportino. Gli ho chiesto se potevo farne a meno, dato che non dava fastidio a nessuno e che avrebbe patito a quell’età essere chiusa dentro un trasportino anche a causa dei suoi gravi problemi di salute e di ansia. Gli ho spiegato che Caterina è sorda, quasi cieca e cardiopatica. Ho proposto di chiamare insieme il veterinario per dimostrargli che il mio non era un capriccio, ma che una decisione del genere avrebbe potuto mettere a rischio anche la sua vita, ma non ha sentito ragioni!”

Federica di portamiconte: quindi per il controllore la soluzione di viaggio era solo quella di chiuderla dentro il trasportino?

Silvia Amodio: “Mi ha detto che quelle erano le regole di carattere igienico-sanitarie. E posso comprenderlo, ma ho cercato di fargli presente che non tutti i cani sono uguali e che per alcuni si tratta di una vera tortura. Mi è dispiaciuto non avere un dialogo, non essere ascoltata, ma al contario sentirmi trattata come una “delinquente”. Mi ha addirittura chiesto di esibire i documenti sottolineando di essere un pubblico ufficiale, con un tono del tutto inadeguato al contesto.

Federica di portamiconte: Le ha fatto la multa?

Silvia Amodio: “Mi ha detto che potevo lasciare “libero” il cane solo se mi fossi spostata in un’altra carrozza pagando 90 euro e che mi avrebbero dato una traversina. Gli ho fatto vedere che dietro ne avevo due! Viaggiamo sempre con copertina e traversina, proprio per non recare fastidio agli altri passeggeri.  Gli ho chiesto a quel punto se potevo vedere la loro traversina… ero piuttosto curiosa di capire, per quella cifra, che cosa che mi avrebbero fornito. Ma il controllore mi ha risposto che non era tenuto a farlo”.   

Quindi ricapitolando secondo il controllore un cane, per ragioni igieniche, deve stare chiuso nel trasportino, ma se paghiamo 90 euro va benissimo anche libero e con la traversina!

Silvia Amodio: “Quelle sono le regole di Italo e in questo caso credo si trattasse di una multa. Ogni azienda fa come crede, tuttavia io penso che si debba tenere conto anche del buon senso. Inoltre un po’ di educazione non guasta mai!

C’è un’altra cosa che in questa faccenda mi ha amareggiato: ho cercato di comunicare l’episodio all’azienda, ma non ho capito bene come fare. L’assistenza clienti è a pagamento (e questo non mi sembra giusto) ho scritto due volte all’ufficio stampa, ma nessuno ha mai risposto. Ho scritto sulla loro pagina facebook e nessuno ha risposto. Questo secondo me è ancora più grave dell’accaduto che poteva essere circoscritto e liquidato come un eccesso di zelo da parte di una singola persona. Questo silenzio da parte di un’azienda anziché placare le acque amplifica una brutta figura.

Spero che quanto accaduto possa servire a creare un dialogo costruttivo tra chi possiede animali e le aziende che, per varie ragioni, debbano averci a che fare. Come ho ricordato nella una mail che ho scritto a Italo, oltre metà delle famiglie italiane vive con un animale domestico, si tratta di una fetta di mercato che non può essere trascurata. È contraddittorio promuovere campagne in favore dei nostri pet e poi essere così poco professionali nell’affrontare l’argomento”.

A nostro parere il comportamento è stato sicuramente di mancata sensibilità da parte del controllore. Pensiamo che i dipendenti di Italo Treno dovrebbero essere formati, non solo per far sì che le persone rispettino le regole, ma anche dal punto di vista empatico ed emotivo. Al giorno d’oggi è sempre più importante il rispetto verso le persone e gli animali. Speriamo che Italo Treno replichi all’accaduto per spiegare ed eventualmente porgere delle scuse per il comportamento del controllore.

Intanto massima solidarietà a Silvia Amodio che parallelamente alla sua attività legata a temi sociali, realizza importanti lavori e campagne a favore degli animali.

In fotografia la dolcissima Caterina, modella per un calendario benefico in favore dei cani abbandonati.

Ford Puma: il bagagliaio diventa una toelettatura!

Ford Puma-portamiconte

La nuova Auto di casa Ford punta sull’amore per i cani e presenta la nuova Puma con il MegaBox che diventa una comoda toelettatura!

Unaltro buon motivo per portare i nostri 4 zampe sempre con noi!

Nessun problema quindi se volete che il vostro cane sia pulito e profumato dopo la passeggiata al parco, in montagna, ecc

Infatti, il bagagliaio dell’auto, dispone di una capienza di 80 litri!
E’ impermeabile e presenta un tappo di scarico, in questo modo è facile da ripulire e per i nostri amici cani risulta essere una toelettatura molto comoda e utile!

Per capire meglio di cosa stiamo parlando vi invitiamo a guardare il video!

Spiagge Vietate ai cani? Solo se è esposto il divieto!

Come dobbiamo comportarci davanti ad una richiesta di andare via dalla spiaggia perchè non accetati con il nostro cane?

Aidaa (Associazione italiana difesa animali ed ambiente ) chiarisce la questione dibatutta spiegando che le spiagge sono vietate ai cani solo se ci sono i divieti esposti!

Condividiamo con voi il regolamento in modo da essere pronti e consapevoli davanti a chi vi chiede di andare via!

Secondo l’AIDAA sono oltre 3.000 le ordinanze emesse da Comuni, Capitanerie di porto, Provincie e Regioni più leggi regionali e i regolamenti dei singoli stabilimenti balneari

  1. I divieti devono essere chiari e comprensibili: nessuno può cacciare dalla spiaggia i cani accompagnati dal proprio padrone, se non ci sono dei divieti esposti e pubblicizzati regolarmente.
  2. Secondo quanto afferma l’associazione AIDAA solo le Forze dell’ordine (Capitaneria di Porto e i Vigili Urbani) possono invitare ad allontanarsi, ma non prima di avere informato della presenza dell’ordinanza di divieto. I vigili devono mostrare il divieto e indicare chiaramente il numero di ordinanza e la scadenza, in quanto molte ordinanze contengono divieti solo parziali, limitazioni orarie o riferite a singoli giorni della settimana. Il rifiuto di mostrare le ordinanze, rileva, “è passibile del reato di omissione di atti di ufficio”.
  3. In caso di multa, scrivere sempre sul verbale le motivazioni della vostra presenza in spiaggia: ad esempio mancanza di cartelli di divieto o di indicazione del numero di ordinanza e data di divieto dietro i cartelli. In modo da poter essere contestata davanti al giudice.
  4. Il proprietario del cane deve tenere l’animale al guinzaglio, raccogliere obbligatoriamente le deiezioni oltre ad evitare di liberare il cane in presenza di bambini o di altri soggetti a rischio o di altri cani. Da evitare anche, conclude Aidaa, l’esposizione prolungata dell’animale al sole, per evitare rischi alla sua salute.

Fonte AIDAA – ANSA

Unicredit Milano dice sì ai cani in ufficio!

Cani in ufficio: tra i lavoratori europei proprietari di cani, quattro su dieci, se potessero scegliere, come primo benefit aziendale vorrebbero la possibilità di portare il proprio animale in ufficio.
Si tratta del 76% nel nostro Paese dove, tra cani e gatti, si contano quasi 15 milioni di animali da compagnia domestici.

Gli studi documentano benefici sulla produttività dei dipendenti e dell’impresa. Migliora lo stato di salute e l’ ambiente di lavoro è più piacevole.

Unicredit Milano ha preso coscienza di questa opportunità è ha dato il via libera ai cani in ufficio! Oltre a poter portare il proprio cane con sè a lavorare, a disposizione per gli accompagnatori a 4 zampe hanno creato la Dog Room con tutti i comfort necessari per loro.

Chiaramente i proprietari dei cani devono rispettare alcune regole che riguardano il comportamento ed il benessere del cane, consapevolezza e rispetto per i colleghi e la vita in ufficio.

E’ stata realizzata anche un’app interna con cui vengono gestite le prenotazioni e i turni per portare con sè il cane al lavoro.

Noi di portamiconte siamo felici di questa iniziativa e abbiamo pensato che un incentivo per le aziende che vogliono provare a dire si ai cani in ufficio, sia quello di provare il progetto di Team Building che potete leggere su Dog at Work

4 accessori indispensabili da portare con sé quando si viaggia in auto con Fido

4-accessori

 

Accessori indispensabili per viaggiare con Fido

Viaggiare in auto con il proprio cane può essere semplice e piacevole. Si deve però pensare a lui e alle sue esigenze e portare con sé tutto ciò che è necessario per far sì che il viaggio sia un’avventura positiva per entrambi. Non parliamo di portare via tutto l’armadio. Grazie alla collaborazione con Trixie, pensiamo che siano solamente 4 gli accessori indispensabili.

Innanzitutto è buona cosa pensare alla vostra sicurezza. Come prescrive la legge, il cane deve viaggiare in auto senza impedire una guida attenta e serena. È per questo che è necessario dotarsi di un trasportino. In commercio ne esistono tanti. Sono disponibili in plastica o in tessuto e delle più svariate fantasie e dimensioni.

Un consiglio importante è quello di far abituare il cane all’uso del trasportino già a casa. Non utilizzatelo per la prima volta durante uno spostamento in automobile. Il viaggio può risultare stressante già di per sé. Essere in un ambiente nuovo, non conosciuto e chiusi al suo interno non renderà lo spostamento certamente facile. È quindi utile acquistare il trasportino e tenerlo a casa, aperto, vicino alle zone dove il cane è solito riposarsi e giocare. Piano piano il cane lo annuserà e deciderà di sedersi all’interno. Il trasportino quindi diventerà di sua proprietà e avrà il suo odore.

trasportino

Trsportino Capri Trixie

Per animali di taglia grande, il divisorio è una soluzione alternativa al trasportino. È un accessorio in metallo che si installa all’interno dell’auto. Serve a tenere separato l’abitacolo dal bagagliaio dove verrà accomodato il cane. Anche in questo caso, il cane non disturba in nessun modo la guida del proprietario. Non si devono forare le pareti interne dell’auto e il divisorio si adatta sia in altezza sia in larghezza all’abitacolo.

traposrtino-auto

Trasportino Skudo Car Trixie

 

trasportino

Trasportino, doppio Trixie

cuccia-auto

Cuccia e borsa per auto Trixie

Soprattutto in estate, ma non solo, quando viaggiate e vi spostate, portate con voi una ciotola per l’acqua. Fido ve ne sarà grato. In auto la temperatura è più alta e nel trasportino circolerà poca aria. Poi, lo sapete, ci sono cani molti entusiasti di andare in giro in auto e tra la gioia e l’euforia avranno bisogno di una pausa e di un po’ d’acqua.

Le ciotole pieghevoli occupano pochissimo spazio. Se volete avere tutto in ordine, riponetele comodamente nelle tasche del trasportino. Il materiale è solitamente il silicone ed è quindi veloce da pulire e da asciugare per togliere le ultime gocce d’acqua.

Oltre alle ciotole pieghevoli sono disponibili anche i distributori d’acqua. Funzionano come contenitori d’acqua e come ciotole. Con quelli termici avrete sempre acqua fresca. Per l’estate e per le giornate afose, il kit si completerebbe aggiungendo un tappetino rinfrescante. Fido potrebbe usarlo come cuccia. L’effetto rinfrescante è prodotto attraverso il contatto con il suo corpo. È per questo funziona senza elettricità, ulteriore raffreddamento o acqua.

ciotola-silicone

Ciotola in silicone pieghevole Trixie

Distributore acqua termico Trixie

Distributore acqua Trixie

tappetino-refrigerante

Tappetino refrigerante – Trixie

 

Se porterete con voi anche un gioco di Fido, il viaggio non potrà che risultare perfetto. Il gioco serve ai cani timorosi del trasportino o dell’auto. Serve a ricordargli che sono in un ambiente sicuro e familiare. Riconoscerne l’odore e sapere che è uno dei loro giochi avrà effetto su di loro. Serve anche come svago. Il tuo cane si intratterrà con il peluche o con la pallina e non si accorgerà del viaggio.

gioco-cane

Gioco peluche Trixie

gioco-cane-peluche

Gioco Peluche Trixie

Il kit di primo soccorso è utile non tanto per il viaggio in auto in sé ma piuttosto per la destinazione dello spostamento. Pensate per esempio, se vi recate in montagna a fare una camminata e vi accorgete che al vostro cane si è attaccata una zecca. In questa borsetta c’è una pinzetta con la quale potrete estrarla. Subito e in modo facile. Sebbene la borsetta è piccola, all’interno ci sono molti accessori che in casi particolari possono veramente tornare utili. Ci sono un paio di guanti monouso in vinile, una garza, delle bende, un elastico, un rotolino di cerotti, due tamponi bagnati di alcool, 1 siringa, 1 museruola, 1 pettine antipulci e 1 pinzetta per le zecche. Anche il libretto delle istruzioni si rivela molto utile. Spiega in modo dettagliato i sintomi che il cane può manifestare e come si utilizzano gli accessori.

 

kit

Kitdi pronto Soccorso Trixie

pronto soccorso

Kit di pronto soccorso Trixie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Notice: Undefined variable: sfsi_section4 in /home/portami1/public_html/wp-content/plugins/ultimate-social-media-plus/libs/controllers/sfsiocns_OnPosts.php on line 349