Blog

Seguite i nostri articoli di interesse e informazione cinofila. Condividete sui vostri social i vostri preferiti!

Archivio delle categorie blog

Antiparassitario, Insect Shield una soluzione per difendere i nostri cani da pulci, zecche, zanzare

antiparassitario-cuccia

Conoscete Insect Shield?

Un valido aiuto all’antiparassitario quando arriva la stagione dei parassiti! Come possiamo difendere i nostri amici a 4 zampe?

La bella stagione è finalmente arrivata, il sole si fa vedere ogni giorno di più e noi e i nostri cani non vediamo l’ora di uscire! E’ infatti certo che durante la primavera e l’estate possiamo fare un sacco di cose: passeggiate, sport, escursioni e tante diverse attività di gioco. La primavera, però, si sa, favorisce anche la riproduzione e la diffusione di insetti e parassiti che ahinoi continueranno per tutta l’estate e, per alcuni insetti, anche per l’autunno. Ci stiamo riferendo a una bella banda di insetti fastidiosi: pulci, zanzare, zecche, mosche e formiche. La cosa più preoccupante è che alcuni di essi possono essere pericolosi e trasmettere, attraverso le loro punture, malattie come la leishmaniosi e la malattia di Lyme.

Dobbiamo quindi difendere i nostri cani per non trasformare un felice momento di svago in un momento rischioso per la loro salute.

antiparassitario-cuccia

Trixie ha pensato a un’ottima soluzione, ha creato degli articoli in tessuto che contengono un principio attivo in grado di creare una barriera di circa 30 cm oltre la quale pulci, zecche, formiche, zanzare e mosche non si avvicinano; questo principio attivo, la Permetrina, ha anche funzione insetticida. La gamma di prodotti di cui stiamo parlando si chiama Insect Shield e comprende bandane, coperte, magliette per cani e diversi modelli di cucce e cuscini.

bandana-insectshield

La cosa straordinaria è che la sostanza è assolutamente innocua per i cani e anche per le persone; le coperte, per esempio, possono essere utilizzate anche da noi e dai nostri bambini. La Permetrina è infatti integrata nelle fibre dei tessuti e non viene rilasciata all’esterno, non deve essere riapplicata ed è inodore.

cuscino-antiparassitario

cuccia

 

Con l’occasione, è buona cosa ricordare ai proprietari di cani di controllare ed esaminare il pelo e la cute dei loro amici a 4 zampe dopo ogni singola passeggiata e di provvedere immediatamente a estrarre eventuali zecche seguendo le corrette istruzioni di rimozione.

Jordan Kahana salva due cani nel deserto e diventano i suoi compagni di viaggio

cuccioli-deserto

Jordan Kahana salva due cani nel deserto

Jordan  Kahana, durante un viaggio dalla California all’Arizona, proprio mentre guidava su una tipica strada da deserto americano, ha visto due figure nere in lontananza…  Man mano che si avvicinava ha capito che si trattava di due cuccioli neri che vagabondavano sull’asfalto!

Jordan, essendo un youtuber amatoriale, ha subito documentato il ritrovamento. Ma ha fatto molto di più: li ha portati subito al sicuro nella sua macchina e li ha tenuti con sè adottandoli! Jordan ha proseguito il suo viaggio verso l’Arizona con Zeus e Sedona (così ha chiamato i due cuccioli). Il primo dei tanti viaggi che ha fatto con loro. Come potete immaginare, i cuccioli erano parecchio disidratati, ma sono stati visitati dal veterinario e, fortunatamente, si sono rimessi in forze per vivere straordinarie avventure con il loro amico Jordan!

Disprezziamo chi ha brutalmente abbandonato i due cani, per fortuna il destino li ha portati fra le braccia di Jordan.

jordan-zeus-sedona

Ora vivono insieme felicemente nella sua casa di Los Angeles e ogni fine settimana partono per un’escursione.

Infatti da dicembre 2016, data di quando si sono incontrati, hanno visitato insieme 35 Stati americani, il Canada e 12 parchi nazionali. Viaggiano su un furgone equipaggiato in base alle esigenze di chi ha come miglior amico e compagno di viaggio un cane, anzi due!

Qui il video di Jordan che racconta il ritrovamento dei due cuccioli:

a cura di Federica Ragni

foto: facebook, video Jordan Kahana

In auto è pericoloso far viaggiare il cane con la testa fuori dal finestrino?

cani-testa-fuori-finestrino

In auto è pericoloso far viaggiare il cane con la testa fuori dal finestrino?

Conosco tante persone che in auto lasciano che il proprio cane stia con la testa fuori dal finestrino.

Perchè ai cani piace così tanto?

Partiamo intanto con il dire che i cani possiedono tra i 125 e i 250 mila milioni di ghiandole odorifere e quindi con la testa fuori dal finestrino possono fiutare moltissimi odori contemporaneamente e per loro significa piacere e divertimento A noi piace andare al cinema e a loro piace godersi la vista fuori dal finestrino: persone, automobili, panorama, ecc tutto insieme e ciò per loro è estremamente stimolante. Non tralasciamo poi il fatto che la testa fuori dal finestrino per loro significa, aria fresca sul muso e questo li aiuta a rilassarsi soprattutto nei giorni più caldi.

Ma veniamo a spiegare quali sono i rischi che si corrono a lasciare che il proprio cane tenga la testa fuori dal finestrino

  1. Non è sicuro, perchè con la velocità dell’auto il cane potrebbe subire urti e contraccolpi. Oppure, peggio ancora, cadere fuori dal finestrino e finire in strada. Il cane va tenuto nel sedile posteriore legato con la cintura di sicurezza o nell’apposito trasportino.
  2. Bisogna stare attenti a insetti e pulviscoli che potrebbero irritare la cute e insinuarsi negli occhi e nel naso.
  3. Potrebbe essere colpito da oggetti o pietroline sollevate da altre auto
  4. Il vento potrebbe provocare fastidi alle orecchie

occhialini-cane

Se non potete resistere alla richiesta del vostro cane di tenere la testa fuori dal finestrino consigliamo l’acquisto di occhialini specifici (Doggles) e guidate piano 😉

a cura di Federica Ragni

Ginger il cane salvato da Sara Ortin ora viaggia con lei!

sara-ortin-ginger

Conoscete la storia di Ginger, il cane salvato in Africa da Sara Ortin Leon?

Sara Ortin Leon giovane donna spagnola, durante un viaggio in Zambia conobbe nel rifugio dove si trovava per fare ricerche sugli scimpanzé per la sua tesi, il cane Ginger.  Tra loro nacque subito complicità, amore. La convivenza nei giorni passati insieme è stata da subito basata su una “vita insieme“. Ginger la seguiva ovunque, dormivano insieme..

Ma quando arrivò il momento di tornare a Barcellona, Sara decise di non portare con sè Ginger. Una volta tornata in Spagna la nostalgia ed il desiderio di stare con lei era sempre più forte, tanto da spingerla a tornare in Zambia a prenderla. Ginger non si trovava più nel rifugio, ma era stata mandata in una miniera per fare la guardia contro i ladri. Sara non ha esitato ad andarla a prendere e da quel momento sono inseparabili e viaggiano per il mondo insieme!

ginger-e-sara-traveller

Sara Ortin Leon: «All’inizio il cane era spaventato e si nascondeva sempre, ma adesso parte con me con entusiasmo. Giochiamo e facciamo lunghe passeggiate, siamo molto felici insieme. In Africa il 99% della gente odia i cani, e spesso tirano pietre contro di loro o li prendono a calci. Anche per questo ho deciso di portare Ginger con me nelle scuole del posto per far capire ai bambini che i cani sono buoni. E che meritano di essere amati».

a cura di Federica Ragni

fonte: qualazampa, web.

foto: facebook, twitter.

Pawsecco, un finto vino per brindare con i nostri amici a 4 zampe

pawsecco-cani

“I buoni amici portano la felicità, ma i migliori amici portano Pawsecco!”

Inizia così la presentazione del Pawsecco nel sito Woofandbrew specialisti delle bevande per animali domestici.

Anche i 4 zampe possono brindare insieme ai loro amici umani! Disponibile sia in “Pet-House White” che in “Pet-House Rose” e in varie opzioni regalo.

Che cosa è il Pawsecco?

Un fintovino” fatto con fiori di sambuco, tiglio e ginseng. E’adatto a cani e gatti. Il nome ricorda il noto Prosecco, ma non è assolutamente alcolico e gassato. Inoltre è senza uva, il che significa che lo puoi dare al tuo amico a 4 zampe senza problemi. In realtà più che una bevanda è stato progettato per essere versato sul cibo, ma può essere anche esclusivamente bevuto.

pawsecco-gatti

Da cosa è composto?

Pet-House White Composizione: infusione di Elderflower, Linden Blossom, Ginseng, Acqua, Acido Acido Lattante. Conservante: sorbato di potassio. Pet-House Rose Composizione: infusione di Elderflower, Linden Blossom, Ginseng, Carota, Acqua, Acido lattico acido. Conservante: sorbato di potassio.

Esiste anche la confezione regalo a 3,99 dollari e puoi scegliere tra “Pet-House White” e “Pet-House Rose”. La  bottiglia verrà confezionata in una borsa trasparente con un mini papillon.

prosecco-per-cani

Non ci resta che farlo provare ai nostri amici a 4 zampe! Speriamo di poterlo avere durante i nostri aperidog 😉

a cura di Federica Ragni

Apre Mami Margherita il ristorante con menu’ per noi e per il nostro cane!

mami-margherita-portamiconte

Giovedì 14 dicembre apre a FORLI’ il ristorante Mami Margherita totalmente petfriendly

Perchè totalmente petfriendly?

Perchè oltre a poter andare con il proprio cane, potrai anche mangiare insieme a lui/lei!

Infatti in questo ristorante sono due i menu’ che troverete uno per umani e uno per i cani.

I titolari Gianni Casadei e la moglie Simona Buda sono in linea con la nostra filosofia di portamiconte “i nostri amici a 4 zampe è un piacere portarli sempre con noi (in vacanza, hotel, trattorie, ecc) e ben vengano i ristoranti in cui si può entrare con loro.. ancora di più da Mami Margherita dove possono anche loro gustare i piatti del menù!”

Ma vediamo cosa propone la cucina di Mami Margherita:

Menu’ per umani: piatti della tradizione enogastronomica italiana e si spazia dalla pizza (lievitazione naturale) alla pasta, passando per gli hamburger. Tutti i prodotti sono rigorosamente Made in Italy, preferibilmente biologici e a km 0. Si possono gustare piatti anche nella versione alternativa vegetariana e vegana.

Menu’ cani: bocconcini umidi, croccantini, snack e premietti (di carne e vagani), dolcetti. Anche in questo caso sono prodotti frutto di una selezione di alimenti biologicamente adatti, ipoallergenici e, in alcuni casi, certificati biologici e HFC (Human Food Chain). Il costo? varia da 3 a 7.50 euro.

Inseriamo volentieri Mami Margherita nella nostra app dogtourist e non ci resta che andare a provare questo ristorante! Vi terremo aggiornati su come abbiamo mangiato e come ci siamo trovati.. dalle premesse promette molto bene!

Per chi volesse andare il locale si trova in Piazza Cavour 1 a Forlì per prenotazioni tel. 0543 21040

a cura di Federica Ragni

Incidenti domestici, i pericoli in casa per il cane e il gatto

incidentiDomestici-cani

Incidenti domestici anche per i nostri amici a 4 zampe

 

Possiamo prevenire gli incidenti domestici con piccole attenzioni e seguendo facili indicazioni per non incorrere in brutti episodi che possono far male ai nostri amati cani e gatti.

  • Attenzione ai fili elettrici in giro per casa, ancor di più se sono scoperti
  • Se lavate il pavimento o pulite i mobili, fate attenzione a non far circolare nella zona appena pulita i 4 zampe perchè ricordatevi che potrebbero leccarli e ingerire così il detersivo.
  • Attenzione a non far correre i 4 zampe su superfici scivolose
  • Detersivi, prodotti per l’igiene personale, cosmetici, medicinali sono da tenere chiusi e non a portata di zampa, dato che il loro ingerimento può provocare vomito, diarrea,disturbi allo stomaco.
  • Meglio tenere la tavoletta del WC chiusa per evitare che il vostro 4 zampe vada a bere l’acqua piena di batteri.
  • Tenete non a portata di zampa oggetti taglienti, piccoli elettrodomestici in funzione.
  • Evitate la vicinanza del 4 zampe ai fornelli accesi.
  • Il fumo passivo fa male anche ai nostri 4 zampe (i cani esposti al fumo passivo hanno il 60% di probabilità in più di contrarre il tumore ai polmoni; anche l’ingestione di sigarette può causare avvelenamenti; i gatti che vivono con fumatori hanno possibilità due volte superiori di sviluppare cancro alla bocca e linfomi maligni)
  • Non lasciate la spazzatura in giro per casa, il cane e il gatto potrebbero aprirla e ingerire cibo tossico o avanzi pericolosi (ossa di pollo ad esempio).
  • Evitate cibi tossici: ad esempio cacao, cipolla, patata, pomodoro, uva,avocado, sale, zucchero (cibi salati o zuccherati)
  • Molte piante sono tossiche per i nostri animali. Fate attenzione in giardino o in terrazzo che non ci siano queste piante riportate nell’articoloAttenzione alle piante e alle erbe tossiche per i cani
  • I 4 zampe hanno un olfatto più sviluppato del nostro, le profumazioni per la casa che utilizzate meglio che  siano non troppo intense. Hanno dimostrato che la diffusione di oli essenziali a base di camomilla e di lavanda ha proprietà calmanti, al contrario di quelli a base di rosmarino o menta.
  • La musica può anche piacere ai 4 zampe a patto che non sia troppo alta. Uno studio ha dimostrato cheIl reggae rilassa e rallegra l’umore del cane
  • Un occhio di riguardo anche all’aria condizionata: la temperatura ottimale per il cane è di 20 gradi. Importante controllare l’umidità in casa, che non dovrebbe essere eccessiva per permettere la termoregolazione.

Assicurazione

Come qualsiasi altro familiare possono causare volontariamente o involontariamente danni a cose o persone. Inoltre possono ammalarsi, essere coinvolti in un incidente, aver bisogno del medico o operazioni chirurgiche e necessitare di cure veterinarie. Stipulare un’assicurazione per animali domestici è quindi importante perché facilita l’accesso alle spese veterinarie. La copertura RC legata acani e gatti non copre unicamente i danni che possono causare a terze persone o loro proprieta’, ma anche la salute dell’animale

Fra le coperture disponibili gli amici a 4 zampe troviamo come riportato da Facile.it:

  • Tutela sanitaria per gli animali:rimborso delle spese sostenute per interventi chirurgici a cani e gatti, dovuti a infortunio, incidente o malattia
  • Tutela per danni arrecati a terzi: per danni causati dall’animale domestico a cose o persone
  • Consulenza e Tutela Legale: per avere un’adeguata consulenza legale e assistenza in caso di controversie

Il costo che proprietari di cani o gatti devono sostenere per assicurare il proprio amico a 4 zampe è sostanzialmente legato a due fattori: l’eta’ e la razza dell’animale. A definire il “rischio” sono tabelle che includono alcune razze.

Regole di Condominio

La legge dice che il condominio non può vietare la presenza di animali da compagnia.

Le norme del regolamento condominiale non possono vietare di possedere o detenere animali domestici”.

Tuttavia dice anche che chi col comportamento del proprio animale danneggi o distrugga beni altrui può essere costretto all’allontanamento. E’ quindi fondamentale educare l’animale ad una condotta rispettosa degli spazi comuni e osservare le regole di civile e rispettosa convivenza nei confronti degli altri condomini.

Regole di convivenza condominiale

condominiocane

  • L’animale non può essere lasciato libero nelle parti comuni del condominio, emanare cattivi odori o emettere in continuazione rumori molesti.
  • Il regolamento condominiale può limitare il numero di animali che possono avere accesso ad ogni abitazione.
  •  Gli accordi condominiali possono limitare l’accesso degli animali in zone comuni ben definite, purché ciò non violi, di fatto, il diritto sancito dalla legge.
  • Ovunque l’animale, in particolare i cani, possono incontrare altre persone, è necessario l’uso del guinzaglio e, all’occorrenza, della museruola.
  • Può essere fatto divieto di detenere un animale da compagnia in appartamento qualora l’animale questione produca rumori molesti di notte e di giorno. In questi casi, si tiene conto del principio di ‘normale tollerabilita’’ richiesto dalla pacifica convivenza condominiale.
  • Nel contratto d’affitto (natura privata), il locatario può inserire una clausola di divieto alla detenzione di animale da compagnia nel proprio appartamento, che una volta sottoscritto il contratto diventa vincolante.

 

a cura di Federica Ragni

 

 

 

 

 

Come lasciare il cane da solo a casa

cane-da-solo-in-casa

Come lasciare il cane da solo a casa

Non so se capita anche voi, ma quando devo lasciare da sola a casa Giada la mia cagnolina non è mai facile. Perchè lo faccio sempre con dispiacere, mi guarda con gli occhi dolci… mi segue mentre mi sto preparando per uscire, mi porta i suoi giochi, ecc. ed inevitabilmente mi sento in colpa.

Niente di più sbagliato, mai sentirsi in colpa e mostrare al cane che siete in torto lasciandolo da solo.

Sono comunque fortunata perchè Giada è tranquilla, non ha mai avuto reazioni esagerate da crisi di abbandono. Diciamo che il mio problema sui lunghi distacchi è riconquistarla al mio rientro, perchè si mostra offesa per qualche giorno. Ma questo è un altro discorso.

Veniamo al succo dell’articolo di oggi: per quanto possiamo portiamo sempre con noi il nostro amico a 4 zampe, ma a volte è inevitabile lasciarlo da solo a casa, soprattutto se non si ha la fortuna di poterlo portare con sè in ufficio.

Come possiamo abituare il cane a stare a casa da solo?

Conosco tanti amici che hanno il problema anche del breve distacco con pianti, abbaio prolungato, distruzione di oggetti e cuscini durante l’assenza dell’amico umano.

Ecco quindi qualche consiglio per limitare la sofferenza e il senso di solitudine del cane quando non ci siamo.

Ovviamente per lunghi periodi è sempre meglio organizzarsi con membri della famiglia o dog sitter che possono stare con il cane. Inoltre consiglio sempre, se il problema è grave, di rivolgersi ad un educatore cinofilo.

Prima di tutto è bene abituare il cane fin da piccolo al distacco, procedendo con piccole assenze per poi aumentarle. Ad esempio lasciatelo solo per 5 minuti, poi 10, poi mezzora. Fate attenzione, quando tornate da lui non mostrate troppo entusiasmo in modo che recepisca la vostra assenza come normalità. L’abitudine è importante. Cercate di uscire inizialmente sempre agli stessi orari e con le stesse modalità.  Poco prima di uscire, e qui lo ammetto sbaglio anche io, niente frasi tipo “ciao piccolino, torno preso” e via poi di tanti baci e carezze.. Se non diamo peso al nostro andare via, per lui sarà più facile il momento del distacco.

Niente giochini dati poco prima di uscire: stare lontani non deve farci sentire in colpa e lui non deve abbinare i due eventi. Va bene dare il gioco o lo snack in modo saltuario, ma mai come premio perchè deve rimanere da solo.

Se avete un trasportino o un kennel abituatelo fin da piccolo a viverlo con serenità, magari mettendo dentro un suo gioco, la ciotola… Chiudete la porticina e lasciatelo dentro per qualche minuto sempre facendovi vedere e gradualmente arrivate ad un’ora. Se dovesse agitarsi o abbaiare il metodo giusto è quello di ignorarlo ed aprite la porta solo quando sarà calmo e tranquillo. Abituarlo al trasportino è importante anche nel caso di viaggi e vacanze, in modo che non abbia problemi ad entrarci con tranquillità e piacere.

Ci sono ancora dubbi sulla questione della percezione del tempo da parte dei cani. Comunemente si sa che vive sempre l’attimo presente e quindi non è in grado di capire il passare del tempo. Sappiamo però che il tempo per loro è scandito da abitudini, da fenomeni esterni (luce, rumori) da fenomeni interni (fame, pipì, noia). A ciò si è aggiunto lo studio dell’esperta cinofila americana Alexandra Horowitz: i cani annusano il tempo, quindi un odore forte vuol dire nuovo (= meno tempo) mentre un odore più debole vuol dire più vecchio (= più tempo). Se quindi lasciamo un nostro indumento al cane e stiamo via per molto tempo, potrà misurare la lontananza da noi attraverso l’affievolirsi dell’odore presente nell’indumento stesso.

Questi sono semplici consigli, ma ribadisco che, se notate comportamento esageratamente ansioso nel vostro cane, è meglio rivolgersi ad un esperto (educatore cinofilo, veterinario comportamentalista).

a cura di Federica Ragni

 

Halloween con il cane e il gatto: 7 regole per proteggerli da pericoli e paure

Halloween con il cane e il gatto:

7 regole per proteggerli da pericoli e paure

halloween-con-il-cane

Tanti di noi questa sera decideranno di portare con sè il cane durante la festa di Halloween. Ricordiamo però che per i nostri amici a 4 zampe potrebbe non essere un gran divertimento. Quindi cerchiamo di rispettare alcune regole fondamentali per preservare i nostri cani e gatti da incidenti e dalla paura.

  1. Dolcetto o scherzetto: I dolciumi sono tossici in particolare il cioccolato! quindi niente strappi alla dieta.
  2. Zucche: Zucche decorate, illuminate da paurose candele…quindi attenzione che il 4 zampe non si bruci. Inoltre meglio che il cane o il gatto non ingerisca la zucca, non è tossica… ma è difficile da digerire.
  3. Cavi elettrici: Attenzione ai cavi, evitate che il cane o il gatto inciampi o mordicchi le prese e i fili.
  4. Costumi: Consigliamo sempre di non vestire il proprio amico/a a 4 zampe, ma se il desiderate farlo, ricordatevi che il cagnolino sopporterà il vestito se è già abituato a portare cappottini. Il costume non deve essere pesante, stretto o farlo sentire a disagio. Assolutamente vietato dipingere il pelo!
  5. Medaglietta: non uscite di casa senza la medaglietta identificativa al collare del vostro cane. Nella confusione un cane potrebbe perdersi.
  6. Paura: potrebbe aver paura di tutte le persone vestite in maniera mostruosa, quindi meglio preservarlo tenendolo lontano dai grandi assembramenti di folla, dato che potrebbe spaventarsi o essere calpestato.
  7. Gatti neri: purtroppo ci sono persone pazze e cattive, durante le feste di halloween si registrano tanti rapimenti di gatti neri. Attenzione quindi a tenere vicino a voi ed in casa il gatto.

Igiene orale del cane e del gatto

L’igiene orale dei 4 zampe è importante come quella di noi umani

E’ bene abituare fin da cuccioli i nostri amici alla pulizia dei denti e far controllare la bocca dal proprio veterinario per attuare azioni preventive e quindi evitare cure ed interventi più pesanti. Si parla spesso di detartrasi necessaria, noi abbiamo intervistato il veterinario Dr. Giovanni Diquattro che, in questo video, riassume l’importanza dell’igiene orale e quali rischi si corrono se viene trascurata.

Si parte dall’alitosi per poi spesso arrivare a pericolo di infezioni. Per questo è sempre meglio tenere sotto controllo l’igiene orale dei nostri 4 zampe, cercando di stabilire un controllo periodico con il nostro veterinario di fiducia, magari programmando, se necessaria una detartrasi.