Titolo del Tag

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait.

Archivio dei tag

Uno di Famiglia i croccantini paladini della salute del nostro 4 zampe

Uno-di-famiglia

Uno di Famiglia un brand di nome e di fatto

Uno di Famiglia è infatti il nome del brand di un  alimento completo che, grazie alla sua composizione alimentare, mette in relazione l’equilibrio intestinale con la salute del 4 zampe.

Per questo motivo ci siamo interessate ed incuriosite. Abbiamo approfondito l’argomento per verificare se è realmente un alimento completo per il nostro 4 zampe che è, a tutti gli effetti, Uno Di Famiglia.  Prima di tutto Uno di Famiglia è stato testato e formulato da CHEMI-VIT in stretta collaborazione con il Prof. Alessandro Gramenzi, docente di Nutrizione ed Alimentazione animale (Facoltà di Medicina Veterinaria di Teramo), la stessa Università che ha testato l’alta digeribilità del prodotto.

Ma per farvi capire meglio di cosa si tratta, facciamo una piccola zampettata indietro e parliamo del Microbiota.

Cosa è il Microbiota?

E’ l’insieme di tutti i microorganismi che convivono nell’apparato digerente dell’organismo non solo umano, ma anche animale.

E’ assolutamente importante considerare il fatto che il microbiota è direttamente relazionato con la salute, con il sistema immunitario, con il funzionamento dell’apparato digerente e che svolge per l’organismo molte funzioni fondamentali.

Affinché il MICROBIOTA INTESTINALE possa contribuire al meglio alla salute, deve mantenere una composizione ricca, abbondante e diversificata.

Per poter mantenere uno stile di vita sano, salutare ed allo stesso tempo un sistema immunitario forte, Uno di Famiglia, ha quindi studiato un alimento adatto per nutrire il cane e il gatto

in modo appropriato, secondo le loro necessità di carnivori, ma anche per nutrire in modo appropriato il MICROBIOTA INTESTINALE, favorendone l’equilibrio e contrastandone le alterazioni.

I croccantini Uno di Famiglia sono infatti formulati contro le disbiosi (condizione di alterazione dell’equilibrio del microbiota, che può essere causata da una alimentazione non corretta, dall’utilizzo di farmaci, e da altri fattori interni ed esterni all’animale) e contengono il NUTRIMICRO, uno speciale mix di ingredienti che salvaguarda il microbiota intestinale.

microbiota

Vediamo nello specifico cosa contiene Uno di Famiglia:

  • dal 30% al 35% di pollo fresco o maiale fresco;
  • ogni crocchetta contiene fino al il 79% di ingredienti di origine animale;
  • non include cereali dato che in natura cani e gatti non si nutrono di cereali e le limitate quantità di amido provengono da fonti alternative ai cereali, come patata e tapioca;
  • ha il corretto apporto di fibra funzionale;
  • è composto da ingredienti naturali ed è privo di coloranti e conservanti aggiunti

Ecco alcuni degli ingredienti presenti nei croccantini Uno di Famiglia:

GARCINIA CAMBOGIA

La Garcinia Cambogia è un piccolo frutto esotico molto simile ad una zucca. L’acido Idrossicitrico contenuto nella sua buccia, ha proprietà benefiche e dimagranti.

SPINACI E CAROTA

Le crocchette per cani e gatti Uno di Famiglia Microbiota contengono carote, naturalmente ricche di potassio e vitamine B e C e spinaci, ricchi di acido folico, vitamina K, ferro, luteina e bioflavonoidi.

MELA E MIRTILLO

I mirtilli sono noti per il loro effetto benefico sulla salute delle vie urinarie, e per il loro significativo contenuto di antiossidanti. La mela è naturalmente ricca di fibra.

YUCCA

La yucca è un tubero spontaneo di alcune zone desertiche, caratterizzato da un elevato contenuto di fibra. Migliora la digestione delle proteine nell’intestino, riducendo la concentrazione di ammoniaca e dei residui azotati volatili, e migliorando così l’odore delle feci.

PISELLI

Sono una eccellente fonte di carboidrati e di fibra, e sono noti per il loro contenuto di acido folico, vitamine e sali minerali.

SEMI DI LINO

Sono una ottima fonte di fibra, ma sono anche considerati una delle principali fonti vegetali di acidi grassi omega 3, acidi grassi essenziali utili a diverse funzioni dell’organismo di cani e gatti.

LIEVITO

Fonte naturale di proteine ad elevato valore biologico, è naturalmente ricco di Vitamine (in particolare del gruppo B) e di sali minerali.

 

Il microbiota cambia in base allo sviluppo

IL MICROBIOTA INTESTINALE non è lo stesso in tutti gli animali, ma al contrario è fortemente influenzato da diversi fattori ambientali, fra i quali il principale è l’alimentazione. Il Microbiota di un cucciolo è molto diverso da quello di un animale adulto, ed i cambiamenti del Microbiota legati all’età, possono essere attribuiti proprio al cambiamento dei costituenti della dieta nei diversi momenti di vita. Allo stesso modo l’organismo, e di conseguenza il Microbiota, di un cane di piccola taglia sono diversi da quelli di un cane di taglia grande, o da quelli di un gatto.

E’ stato studiato tenendo conto di tutte le differenze legate alla specie, all’età ed alla taglia dell’animale.

uno-di-famiglia

Nella foto Giada pronta a provare i croccantini Adult Sensitive

a cura di portamiconte

 

 

Incidenti domestici, i pericoli in casa per il cane e il gatto

incidentiDomestici-cani

Incidenti domestici anche per i nostri amici a 4 zampe

 

Possiamo prevenire gli incidenti domestici con piccole attenzioni e seguendo facili indicazioni per non incorrere in brutti episodi che possono far male ai nostri amati cani e gatti.

  • Attenzione ai fili elettrici in giro per casa, ancor di più se sono scoperti
  • Se lavate il pavimento o pulite i mobili, fate attenzione a non far circolare nella zona appena pulita i 4 zampe perchè ricordatevi che potrebbero leccarli e ingerire così il detersivo.
  • Attenzione a non far correre i 4 zampe su superfici scivolose
  • Detersivi, prodotti per l’igiene personale, cosmetici, medicinali sono da tenere chiusi e non a portata di zampa, dato che il loro ingerimento può provocare vomito, diarrea,disturbi allo stomaco.
  • Meglio tenere la tavoletta del WC chiusa per evitare che il vostro 4 zampe vada a bere l’acqua piena di batteri.
  • Tenete non a portata di zampa oggetti taglienti, piccoli elettrodomestici in funzione.
  • Evitate la vicinanza del 4 zampe ai fornelli accesi.
  • Il fumo passivo fa male anche ai nostri 4 zampe (i cani esposti al fumo passivo hanno il 60% di probabilità in più di contrarre il tumore ai polmoni; anche l’ingestione di sigarette può causare avvelenamenti; i gatti che vivono con fumatori hanno possibilità due volte superiori di sviluppare cancro alla bocca e linfomi maligni)
  • Non lasciate la spazzatura in giro per casa, il cane e il gatto potrebbero aprirla e ingerire cibo tossico o avanzi pericolosi (ossa di pollo ad esempio).
  • Evitate cibi tossici: ad esempio cacao, cipolla, patata, pomodoro, uva,avocado, sale, zucchero (cibi salati o zuccherati)
  • Molte piante sono tossiche per i nostri animali. Fate attenzione in giardino o in terrazzo che non ci siano queste piante riportate nell’articoloAttenzione alle piante e alle erbe tossiche per i cani
  • I 4 zampe hanno un olfatto più sviluppato del nostro, le profumazioni per la casa che utilizzate meglio che  siano non troppo intense. Hanno dimostrato che la diffusione di oli essenziali a base di camomilla e di lavanda ha proprietà calmanti, al contrario di quelli a base di rosmarino o menta.
  • La musica può anche piacere ai 4 zampe a patto che non sia troppo alta. Uno studio ha dimostrato cheIl reggae rilassa e rallegra l’umore del cane
  • Un occhio di riguardo anche all’aria condizionata: la temperatura ottimale per il cane è di 20 gradi. Importante controllare l’umidità in casa, che non dovrebbe essere eccessiva per permettere la termoregolazione.

Assicurazione

Come qualsiasi altro familiare possono causare volontariamente o involontariamente danni a cose o persone. Inoltre possono ammalarsi, essere coinvolti in un incidente, aver bisogno del medico o operazioni chirurgiche e necessitare di cure veterinarie. Stipulare un’assicurazione per animali domestici è quindi importante perché facilita l’accesso alle spese veterinarie. La copertura RC legata acani e gatti non copre unicamente i danni che possono causare a terze persone o loro proprieta’, ma anche la salute dell’animale

Fra le coperture disponibili gli amici a 4 zampe troviamo come riportato da Facile.it:

  • Tutela sanitaria per gli animali:rimborso delle spese sostenute per interventi chirurgici a cani e gatti, dovuti a infortunio, incidente o malattia
  • Tutela per danni arrecati a terzi: per danni causati dall’animale domestico a cose o persone
  • Consulenza e Tutela Legale: per avere un’adeguata consulenza legale e assistenza in caso di controversie

Il costo che proprietari di cani o gatti devono sostenere per assicurare il proprio amico a 4 zampe è sostanzialmente legato a due fattori: l’eta’ e la razza dell’animale. A definire il “rischio” sono tabelle che includono alcune razze.

Regole di Condominio

La legge dice che il condominio non può vietare la presenza di animali da compagnia.

Le norme del regolamento condominiale non possono vietare di possedere o detenere animali domestici”.

Tuttavia dice anche che chi col comportamento del proprio animale danneggi o distrugga beni altrui può essere costretto all’allontanamento. E’ quindi fondamentale educare l’animale ad una condotta rispettosa degli spazi comuni e osservare le regole di civile e rispettosa convivenza nei confronti degli altri condomini.

Regole di convivenza condominiale

condominiocane

  • L’animale non può essere lasciato libero nelle parti comuni del condominio, emanare cattivi odori o emettere in continuazione rumori molesti.
  • Il regolamento condominiale può limitare il numero di animali che possono avere accesso ad ogni abitazione.
  •  Gli accordi condominiali possono limitare l’accesso degli animali in zone comuni ben definite, purché ciò non violi, di fatto, il diritto sancito dalla legge.
  • Ovunque l’animale, in particolare i cani, possono incontrare altre persone, è necessario l’uso del guinzaglio e, all’occorrenza, della museruola.
  • Può essere fatto divieto di detenere un animale da compagnia in appartamento qualora l’animale questione produca rumori molesti di notte e di giorno. In questi casi, si tiene conto del principio di ‘normale tollerabilita’’ richiesto dalla pacifica convivenza condominiale.
  • Nel contratto d’affitto (natura privata), il locatario può inserire una clausola di divieto alla detenzione di animale da compagnia nel proprio appartamento, che una volta sottoscritto il contratto diventa vincolante.

 

a cura di Federica Ragni

 

 

 

 

 

Amazon apre il negozio per animali e lancia un contest!

amazonpets-768x319

Appassionati degli acquisti su Amazon, ora potrete acquistare ciò che desiderate per il vostro animale sulla famosa piattaforma!

Amazon, infatti, apre il suo negozio per animali con tantissimi prodotti per  cani, gatti, uccelli e pesci, ma anche altri esemplari acquatici, cavalli, rettili, anfibi. Prodotti per la toelettatura, alimenti, accessori, giochi…780 marchi per tutto ciò che serve per amare i nostri amici e farli vivere felici e sereni. Qui il link al negozio.

Inoltre lancia un concorso per diventare testimonial Amazon: tempo fino al 18 luglio per postare sulla pagina Facebook di Amazon la foto del tuo animale con l’hashtag #Amazonpetstar. Qui il regolamento per partecipare.

Inoltre Amazon dà la possibilità alle piccole e medie imprese italiane di utilizzare Amazon come canale per le proprie vendite online.

E adesso partecipiamo al concorso! Buona fortuna!

a cura di Federica Ragni

 

Terremoto Amatrice, i cani eroi in azione

AFP_FL6I0_MGZOOM

AFP_FL2BJ

Protagonisti di questo tragico sisma anche i cani da macerie: pastori tedeschi, pastori belgi, pastori tedeschi da lavoro detti grigioni, labrador e border collie che in molti già definiscono piccoli eroi. Il loro lavoro è servito trovare chi non ce l’ha fatta: sono stati 50 i cadaveri rintracciati grazie a loro in quegli stessi comuni. Corpi che altrimenti sarebbero stati restituiti ai parenti molti giorni dopo, ormai irriconoscibili. E 60 persone salvate.

Prima di essere in grado di ritrovare persone sotto il livello del terreno devono partecipare a un addestramento di base che dura circa due e anni e mezzo, poi fare esercitazioni costanti almeno due volte a settimana.

L’opera delle unità cinofile è fondamentale nei primi tre giorni per trovare persone o cadaveri, dopo il loro fiuto – come dimostrano le statistiche – diventa meno affidabile, soprattutto con l’inizio della decomposizione gli odori cambiano. Un terremoto per i cani da macerie – viene spiegato – è davvero una grande fatica perché la polvere sottile impedisce loro di respirare bene, ma sono “fondamentali”, perché arrivano in posti dove i soccorritori metterebbero a repentaglio la propria vita, mentre gli animali riescono a rimanere in equilibrio. Possono fiutare una persona fino a 4/5 metri sotto il terreno.

AMICI preziosi appartenenti alla unità cinofile che stanno in queste ore aiutando i soccorritori a trovare le persone rimaste sotto le macerie. Molti altri, invece, sono gli animali da salvare. Tanti ancora alla ricerca di una nuova casa, dopo aver visto la propria sbriciolarsi per il sisma. Anche quella degli animali è un’emergenza che si aggiunge alle altre emergenze gravi. Ma i loro sguardi atterriti, i loro occhi che cercano sicurezza, non passano inosservati. E tra i pensieri e le lacrime, le tante cosa da fare e da organizzare, trovano posto anche loro, ai quali basta in fondo una ciotola d’acqua, un avanzo di cibo e, soprattutto, qualche carezza di conforto.

fonte: secoloditalia.it; ansa.it

foto: corriere.it

Quanti baci diamo al nostro cane?

13412962_10209812509934330_7643934861435358742_n

Tanti di noi che amano i 4 zampe riservano per loro una valanga di baci… a volte più di quelli che diamo al nostro partner! Cosa ci spinge a sommergerli di baci?

  1. con il nostro cane abbiamo un rapporto di estrema fiducia: sappiamo che il suo affetto nei nostri confronti non diminuirà mai. Cosa che invece potrebbe succedere con il proprio partner (in quante relazioni i baci scarseggiano?)
  2. il rapporto uomo-cane è fatto anche di tenerezza e protezione reciproca e questo scatena le manifestazioni d’affetto. Può accadere che alcuni di noi sentano più affetto per il cane piuttosto che per il proprio partner.
  3. E’ un amore puro senza implicazioni e paure.

Ma baciare il cane è salutare?

Un’équipe di ricercatori ha dimostrato il contrario: baciare e farsi baciare dal cane sarebbe addirittura benefico. Il cane, infatti, leccando continuamente qualsiasi cosa, si carica di una serie di batteri che aiutano a rafforzare il nostro sistema immunitario. I cani sani trasportano, all’interno dello stomaco, una serie di microbi che hanno su di noi un effetto probiotico; vale a dire, stimolano la proliferazione di alcuni elementi della nostra flora batterica, con risultati positivi sulla salute.

fonte: imieianimali.it; foto: Gaia

 

I cani capiscono le nostre emozioni

Cani_emozioni

I CANI CAPISCONO LE NOSTRE EMOZIONI

I cani capiscono le nostre emozioni? Esperti di comportamento animale e psicologi delle università di Lincoln (in Gran Bretagna) e San Paolo, in Brasile, hanno mostrato a 17 cani coppie di immagini: da un lato una persona felice, dall’altro arrabbiata e immagini di altri cani dall’espressione contenta o aggressiva. Poi hanno fatto ascoltare loro una frase pronunciata in tono dolce o irritato ed un’abbaiata di benvenuto e una decisamente meno amichevole.
La maggior parte dei cani ha reagito dimostrando che sono dotati di «una categorizzazione interiore dei diversi stati emotivi».
I nostri amici 4 zampe capiscono di che umore siamo.
Ma il nostro stato d’animo influenza il loro? Per ora, sappiamo al di là di ogni dubbio, che i cani ci mettono di buonumore e hanno un effetto anti-stress. Ci sono alcune razze che sono più sensibili di altre, ma comunque tutte percepiscono il nostro umore. Nei momenti in cui stiamo con lui dobbiamo esserci con lo spirito e con la mente. Se abbiamo un’atteggiamento nervoso o preoccupato influirà negativamente sulle reazioni del cane, rendendolo meno incline ad ascoltarci o reattivo nei confronti di chi  si avvicina.

fonte: web

a cura di Federica Ragni

In ufficio con il mio cane

cane in ufficio

In ufficio con il mio cane

Sono fortunata perché Giada può venire spesso con me in ufficio! Ma ancora in tanti uffici non è possibile portare con sé il proprio amico a 4 zampe oppure è possibile portarlo ma in maniera non ufficiale. Secondo gli ultimi studi, portare un cane in ufficio favorisce la produttività dei dipendenti, la collaborazione tra colleghi e riduce lo stress e migliora le prestazioni sul lavoro.

E allora perché non avere accanto il proprio cane in ufficio?

In ufficio con il mio cane dove è possibile? Tra le aziende americane che acconsentono l’ingresso in ufficio anche a cani e gatti vi sono Amazon e Google.

Mars Italia che ha dato il via al Pet Friendly Day: una volta la mese tutti i dipendenti dell’azienda possono portare in ufficio il proprio cane. A Torino un consigliere comunale ha proposto: andare in ufficio portando con sé anche il proprio cane, se adottato in un canile. Un’iniziativa che ha una doppia funzione: svuotare i canili ed  andare incontro a chi vorrebbe adottare un cane, ma rimane indeciso per paura di doverlo lasciare da solo in casa quando è in ufficio. La sede milanese di Google ha aperto le porte alla possibilità di portare in ufficio il proprio cane. I cani sono ammessi in ufficio anche alla Nintendo Italia. L’azienda, in particolare, ha lanciato i cosiddetti “Pet Friday” ossia i venerdì aperti ai cani in cui tutti i dipendenti possono portare con sé il proprio animale domestico. E anche Purina, l’azienda che produce alimenti per animali, da qualche anno ha avviato Pets@work, l’iniziativa che valorizza la relazione fra persone e animali domestici anche sul posto di lavoro. Agli ospiti a quattro zampe è stata dedicata anche la costruzione di una piccola area tutta per loro. Anche l’azienda di Elisabetta Franchi  ha aperto le porte della sua azienda ai cani dei dipendenti. Grazie al progetto “Dog Hospitality”, tutti i dipendenti possono portare con sé al lavoro il proprio cane.

Mi auguro che sempre più aziende capiscano l’importanza per le persone di portare in ufficio il proprio cane e riescano a coglierne il vantaggio produttivo che potrebbe scaturire dalla serenità dei propri dipendenti.

a cura di Federica Ragni