Titolo del Tag

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait.

Archivio dei tag

Blue Monday: il giorno più triste coincide con la giornata mondiale dell’abbraccio!

 

blue-monday

Ci siamo oggi è il Blue Monday noto come il giorno più triste dell’anno! Nato da una precisa equazione: una quindicina d’anni fa lo psicologo inglese Cliff Arnall dell’Università di Cardiff ha elaborato un’equazione, mettendo insieme la condizione metereologica con i debiti, lo stipendio, con la lontananza dal Natale.. Inoltre, in inverno, abbiamo le batterie più scariche.

Ma la fortuna è che, il terzo lunedì di gennaio super triste e portatore di depressione e ansia, coincide con la giornata mondiale dell’abbraccio! Quindi quale miglior antidoto per sconfiggere il malumore .. se non quello di usare il potere dell’abbraccio?!

Abbracciamo anche i nostri amici cani e gatti! Ne trarremo sicuramente gran beneficio!

Gli abbracci – spiega l’esperto Francesco Bruno dell’Università Sapienza di Roma fanno bene alla salute:

  • sprigionare emozioni positive
  • riducono i livelli di stress
  • rilasciano ossitocina
  • fanno bene alla salute cardiovascolare

Altri buoni suggerimenti: fate attività fisica, uscite, fate shopping, mangiate ciò che vi piace di più e ciò che contiene vitamina B2 e B3 (ad esempio le mandorle) e uova e cereali che aiutano a produrre la serotonina (ormone del benessere)

nella foto: il Golden Retriever che a New York dispensa abbracci ai passanti 🙂

I cani sincronizzano il battito del loro cuore con il nostro

10628588_10204527406446655_4981922327896974356_n

Una nuova ricerca scientifica condotta in Australia ha portato al seguente risultato: molti cani sincronizzano il loro battito con quello della persona con cui sono più affini. Sappiamo già quanto i nostri amici a 4 zampe riescano ad entrare in sintonia con noi e a stabilire delle abitudini… ma questa ricerca australiana è sorprendente. Ecco come hanno fatto ad arrivare a tale risultato: hanno dotato tre diversi cani di un monitor per il battito cardiaco ed hanno misurato la frequenza cardiaca sia durante la separazione del suo proprietario che durante il rincontro con lo stesso. Il risultato è il seguente: velocità del battito differente, ma stesso ritmo. In altre parole, il cane dimostra molti più battiti al minuto rispetto all’ uomo, ma entrambi seguono lo stesso ritmo. Inoltre pare che questo effetto sia reciproco, ovvero la vicinanza del cane permette all’ uomo di raggiungere una frequenza cardiaca più calma e salutare. Progetto in vista: “Heart Aligned Project” per studiare meglio il fenomeno per aiutare pazienti con blandi disturbi cardiovascolari.

fonte: greenstyle foto: Alice e Save