Titolo del Tag

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait.

Archivio dei tag

Spiagge Vietate ai cani? Solo se è esposto il divieto!

Come dobbiamo comportarci davanti ad una richiesta di andare via dalla spiaggia perchè non accetati con il nostro cane?

Aidaa (Associazione italiana difesa animali ed ambiente ) chiarisce la questione dibatutta spiegando che le spiagge sono vietate ai cani solo se ci sono i divieti esposti!

Condividiamo con voi il regolamento in modo da essere pronti e consapevoli davanti a chi vi chiede di andare via!

Secondo l’AIDAA sono oltre 3.000 le ordinanze emesse da Comuni, Capitanerie di porto, Provincie e Regioni più leggi regionali e i regolamenti dei singoli stabilimenti balneari

  1. I divieti devono essere chiari e comprensibili: nessuno può cacciare dalla spiaggia i cani accompagnati dal proprio padrone, se non ci sono dei divieti esposti e pubblicizzati regolarmente.
  2. Secondo quanto afferma l’associazione AIDAA solo le Forze dell’ordine (Capitaneria di Porto e i Vigili Urbani) possono invitare ad allontanarsi, ma non prima di avere informato della presenza dell’ordinanza di divieto. I vigili devono mostrare il divieto e indicare chiaramente il numero di ordinanza e la scadenza, in quanto molte ordinanze contengono divieti solo parziali, limitazioni orarie o riferite a singoli giorni della settimana. Il rifiuto di mostrare le ordinanze, rileva, “è passibile del reato di omissione di atti di ufficio”.
  3. In caso di multa, scrivere sempre sul verbale le motivazioni della vostra presenza in spiaggia: ad esempio mancanza di cartelli di divieto o di indicazione del numero di ordinanza e data di divieto dietro i cartelli. In modo da poter essere contestata davanti al giudice.
  4. Il proprietario del cane deve tenere l’animale al guinzaglio, raccogliere obbligatoriamente le deiezioni oltre ad evitare di liberare il cane in presenza di bambini o di altri soggetti a rischio o di altri cani. Da evitare anche, conclude Aidaa, l’esposizione prolungata dell’animale al sole, per evitare rischi alla sua salute.

Fonte AIDAA – ANSA

4 accessori indispensabili da portare con sé quando si viaggia in auto con Fido

4-accessori

 

Accessori indispensabili per viaggiare con Fido

Viaggiare in auto con il proprio cane può essere semplice e piacevole. Si deve però pensare a lui e alle sue esigenze e portare con sé tutto ciò che è necessario per far sì che il viaggio sia un’avventura positiva per entrambi. Non parliamo di portare via tutto l’armadio. Grazie alla collaborazione con Trixie, pensiamo che siano solamente 4 gli accessori indispensabili.

Innanzitutto è buona cosa pensare alla vostra sicurezza. Come prescrive la legge, il cane deve viaggiare in auto senza impedire una guida attenta e serena. È per questo che è necessario dotarsi di un trasportino. In commercio ne esistono tanti. Sono disponibili in plastica o in tessuto e delle più svariate fantasie e dimensioni.

Un consiglio importante è quello di far abituare il cane all’uso del trasportino già a casa. Non utilizzatelo per la prima volta durante uno spostamento in automobile. Il viaggio può risultare stressante già di per sé. Essere in un ambiente nuovo, non conosciuto e chiusi al suo interno non renderà lo spostamento certamente facile. È quindi utile acquistare il trasportino e tenerlo a casa, aperto, vicino alle zone dove il cane è solito riposarsi e giocare. Piano piano il cane lo annuserà e deciderà di sedersi all’interno. Il trasportino quindi diventerà di sua proprietà e avrà il suo odore.

trasportino

Trsportino Capri Trixie

Per animali di taglia grande, il divisorio è una soluzione alternativa al trasportino. È un accessorio in metallo che si installa all’interno dell’auto. Serve a tenere separato l’abitacolo dal bagagliaio dove verrà accomodato il cane. Anche in questo caso, il cane non disturba in nessun modo la guida del proprietario. Non si devono forare le pareti interne dell’auto e il divisorio si adatta sia in altezza sia in larghezza all’abitacolo.

traposrtino-auto

Trasportino Skudo Car Trixie

 

trasportino

Trasportino, doppio Trixie

cuccia-auto

Cuccia e borsa per auto Trixie

Soprattutto in estate, ma non solo, quando viaggiate e vi spostate, portate con voi una ciotola per l’acqua. Fido ve ne sarà grato. In auto la temperatura è più alta e nel trasportino circolerà poca aria. Poi, lo sapete, ci sono cani molti entusiasti di andare in giro in auto e tra la gioia e l’euforia avranno bisogno di una pausa e di un po’ d’acqua.

Le ciotole pieghevoli occupano pochissimo spazio. Se volete avere tutto in ordine, riponetele comodamente nelle tasche del trasportino. Il materiale è solitamente il silicone ed è quindi veloce da pulire e da asciugare per togliere le ultime gocce d’acqua.

Oltre alle ciotole pieghevoli sono disponibili anche i distributori d’acqua. Funzionano come contenitori d’acqua e come ciotole. Con quelli termici avrete sempre acqua fresca. Per l’estate e per le giornate afose, il kit si completerebbe aggiungendo un tappetino rinfrescante. Fido potrebbe usarlo come cuccia. L’effetto rinfrescante è prodotto attraverso il contatto con il suo corpo. È per questo funziona senza elettricità, ulteriore raffreddamento o acqua.

ciotola-silicone

Ciotola in silicone pieghevole Trixie

Distributore acqua termico Trixie

Distributore acqua Trixie

tappetino-refrigerante

Tappetino refrigerante – Trixie

 

Se porterete con voi anche un gioco di Fido, il viaggio non potrà che risultare perfetto. Il gioco serve ai cani timorosi del trasportino o dell’auto. Serve a ricordargli che sono in un ambiente sicuro e familiare. Riconoscerne l’odore e sapere che è uno dei loro giochi avrà effetto su di loro. Serve anche come svago. Il tuo cane si intratterrà con il peluche o con la pallina e non si accorgerà del viaggio.

gioco-cane

Gioco peluche Trixie

gioco-cane-peluche

Gioco Peluche Trixie

Il kit di primo soccorso è utile non tanto per il viaggio in auto in sé ma piuttosto per la destinazione dello spostamento. Pensate per esempio, se vi recate in montagna a fare una camminata e vi accorgete che al vostro cane si è attaccata una zecca. In questa borsetta c’è una pinzetta con la quale potrete estrarla. Subito e in modo facile. Sebbene la borsetta è piccola, all’interno ci sono molti accessori che in casi particolari possono veramente tornare utili. Ci sono un paio di guanti monouso in vinile, una garza, delle bende, un elastico, un rotolino di cerotti, due tamponi bagnati di alcool, 1 siringa, 1 museruola, 1 pettine antipulci e 1 pinzetta per le zecche. Anche il libretto delle istruzioni si rivela molto utile. Spiega in modo dettagliato i sintomi che il cane può manifestare e come si utilizzano gli accessori.

 

kit

Kitdi pronto Soccorso Trixie

pronto soccorso

Kit di pronto soccorso Trixie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un parco giochi per cani in Croazia: VauLand!

parcoVauLand

 

Spesso abbiamo sottolineato come la Croazia sia una meta assolutamente petfriendly. Tanti di noi che vanno in vacanza insieme al proprio cane stanno scegliendo la Croazia per questa estate. La Croazia infatti si presenta, sia a livello di strutture (hotel, appartamenti privati) che di spiagge,  come un paradiso per i nostri 4 zampe dove sono assolutamente ben accetti!

Direttamente dall’ ENTE NAZIONALE CROATO PER IL TURISMO ci è arrivata la comunicazione dell’apertura di un bellissimo parco giochi per cani a Zagabria: VauLand

Riportiamo qui il comunicato stampa che descrive esattamente questa meraviglia di parco

VAULAND – tutto ciò che il vostro cane ha sempre sognato, qui i cani si divertono davvero!

Il parco giochi per cani “VauLand”, situato a Budenec nel quartiere di Sesvete (a pochi chilometri da Zagabria), ha aperto le porte ai vostri amici a quattro zampe. È iniziata anche per loro la stagione delle nuotate in piscina, delle esercitazioni, dei vari giochi e di tanto divertimento.

Il Parco si estende su una superficie recintata di 7200 m2, circondata dal rigoglioso bosco, in cui i vostri beniamini possono liberamente correre, giocare, esercitarsi e divertirsi, saltare e nuotare in piscina o solo rinfrescarsi durante le calde giornate estive. I nostri amici a quattro zampe sono anche liberi di abbaiare, poiché il Parco si trova a circa 1 Km dal centro abitato.

parco-vauland

A VauLand vi attendono una piscina lunga 8 m, larga 4,2 m e profonda 1,2 m, oltre 15 agility dog e terrazze estive dove i proprietari dei cani possono rilassarsi e godersi la giornata. Potete far provare al vostro cane il dock jumping, uno degli sport sempre più popolari in Gran Bretagna, Paesi Bassi, in America e, da oggi, anche in Croazia. Da provare la pista di lancio lunga 10 m che, insieme alla piscina, renderanno unica l’estate dei nostri cari amici.

 

Forse è proprio il vostro amico a quattro zampe il nuovo campione di salti o il migliore nell’agility dog.

Potete anche festeggiare il compleanno del vostro beniamino o fissare un appuntamento, individuale o in gruppo, per venire a conoscerci. Il divertimento è assicurato!

Il parco è aperto dalle ore 10 alle ore 19 o su appuntamento fuori dall’orario di apertura. L’ingresso al Parco costa 50,00 kune – 6,60 € per 2 ore per ogni cane; con due cani il costo è di 80,00 kune (cca 10,00 €) , comprensivo di tutti i servizi.

Potete seguire VauLand su Facebook e su Instagram

Per le informazioni turistiche www.croazia.hr

 

In India apre l’hotel di lusso per cani

hotel-lusso-cani-india

In India arriva l’hotel di lusso per cani! 

Si chiama “Critterati“, ed è il primo albergo di lusso per cani.
Cosa trovate nelle stanze?  la televisione, l’aria condizionata, telecamere di sorveglianza, in modo che i proprietari, tramite un’ app su telefono, possano vedere i propri amici a quattro zampe.
Ci sono poi stanze con balcone e stanza più grandi per chi ha più cani. I prezzi oscillano tra i 15 e i 66 dollari a notte. La sera si va a dormire alle 8 di sera, dopo aver trascorso 12 ore della giornata a giocare, mangiare, a fare bagni nella piscina (senza cloro) e con massaggi effettuati con oli essenziali. Per finire esiste anche un salone di parrucchiere,  un bar con pizza speciale e birra per cani ed una sala cinematografica.

Nel seminterrato c’è il «castello delle attenzioni», una clinica veterinaria disponibile 24 ore al giorno e dove vengono visitati una volta al giorno. C’è un negozio di cibo «gourmet» e accessori: collari, giochi e cappottini.

hotel_lusso_cani_critterihotel-india-lusso-cani

E in Italia?

Gli ospiti dell’Hotel Cipriani di Venezia hanno un dog-menù, proposto dallo chef Davide Bisetto, con piatti quali ad esempio  tartare di manzo o sushi di pollo, al prezzo di 38 e 29 euro a ciotola. A Cortina D’Ampezzo, il Cristallo Hotel Spa & Golf riserva ai propri clienti a quattro zampe gadget e un kit di benvenuto personalizzato: in camera sono posizionati una cuccetta, un tappetino, una ciotola per acqua, croccantini, un gioco  tutto brandizzato con il nome dell’hotel. Alla partenza un regalo composto da 3 tipi di crocchette, uno shampoo secco (adatto alla cute) e un dentifricio. Per gli ospiti del Belmond Hotel Splendido & Splendido Mare è disponibile, già dal 2012, un taxi speciale per portare gli animali in giro, con tanto di consigli su passeggiate, shopping e su dove fare il bagno nella spiaggia. Dog-menù e spa con massaggio svedese in un gazebo open air, immerso nei giardini dell’Hotel con vista sul Golfo di Portofino. Una vasca termale per animali è stata inaugurata qualche tempo fa alle Terme di Saturnia Spa & Golf Resort, consigliata per curare problemi muscolari, osteoarticolari e cutanei.

#whatelse?

 

Jordan Kahana salva due cani nel deserto e diventano i suoi compagni di viaggio

cuccioli-deserto

Jordan Kahana salva due cani nel deserto

Jordan  Kahana, durante un viaggio dalla California all’Arizona, proprio mentre guidava su una tipica strada da deserto americano, ha visto due figure nere in lontananza…  Man mano che si avvicinava ha capito che si trattava di due cuccioli neri che vagabondavano sull’asfalto!

Jordan, essendo un youtuber amatoriale, ha subito documentato il ritrovamento. Ma ha fatto molto di più: li ha portati subito al sicuro nella sua macchina e li ha tenuti con sè adottandoli! Jordan ha proseguito il suo viaggio verso l’Arizona con Zeus e Sedona (così ha chiamato i due cuccioli). Il primo dei tanti viaggi che ha fatto con loro. Come potete immaginare, i cuccioli erano parecchio disidratati, ma sono stati visitati dal veterinario e, fortunatamente, si sono rimessi in forze per vivere straordinarie avventure con il loro amico Jordan!

Disprezziamo chi ha brutalmente abbandonato i due cani, per fortuna il destino li ha portati fra le braccia di Jordan.

jordan-zeus-sedona

Ora vivono insieme felicemente nella sua casa di Los Angeles e ogni fine settimana partono per un’escursione.

Infatti da dicembre 2016, data di quando si sono incontrati, hanno visitato insieme 35 Stati americani, il Canada e 12 parchi nazionali. Viaggiano su un furgone equipaggiato in base alle esigenze di chi ha come miglior amico e compagno di viaggio un cane, anzi due!

Qui il video di Jordan che racconta il ritrovamento dei due cuccioli:

a cura di Federica Ragni

foto: facebook, video Jordan Kahana

In auto è pericoloso far viaggiare il cane con la testa fuori dal finestrino?

cani-testa-fuori-finestrino

In auto è pericoloso far viaggiare il cane con la testa fuori dal finestrino?

Conosco tante persone che in auto lasciano che il proprio cane stia con la testa fuori dal finestrino.

Perchè ai cani piace così tanto?

Partiamo intanto con il dire che i cani possiedono tra i 125 e i 250 mila milioni di ghiandole odorifere e quindi con la testa fuori dal finestrino possono fiutare moltissimi odori contemporaneamente e per loro significa piacere e divertimento A noi piace andare al cinema e a loro piace godersi la vista fuori dal finestrino: persone, automobili, panorama, ecc tutto insieme e ciò per loro è estremamente stimolante. Non tralasciamo poi il fatto che la testa fuori dal finestrino per loro significa, aria fresca sul muso e questo li aiuta a rilassarsi soprattutto nei giorni più caldi.

Ma veniamo a spiegare quali sono i rischi che si corrono a lasciare che il proprio cane tenga la testa fuori dal finestrino

  1. Non è sicuro, perchè con la velocità dell’auto il cane potrebbe subire urti e contraccolpi. Oppure, peggio ancora, cadere fuori dal finestrino e finire in strada. Il cane va tenuto nel sedile posteriore legato con la cintura di sicurezza o nell’apposito trasportino.
  2. Bisogna stare attenti a insetti e pulviscoli che potrebbero irritare la cute e insinuarsi negli occhi e nel naso.
  3. Potrebbe essere colpito da oggetti o pietroline sollevate da altre auto
  4. Il vento potrebbe provocare fastidi alle orecchie

occhialini-cane

Se non potete resistere alla richiesta del vostro cane di tenere la testa fuori dal finestrino consigliamo l’acquisto di occhialini specifici (Doggles) e guidate piano 😉

a cura di Federica Ragni

Apre Mami Margherita il ristorante con menu’ per noi e per il nostro cane!

mami-margherita-portamiconte

Giovedì 14 dicembre apre a FORLI’ il ristorante Mami Margherita totalmente petfriendly

Perchè totalmente petfriendly?

Perchè oltre a poter andare con il proprio cane, potrai anche mangiare insieme a lui/lei!

Infatti in questo ristorante sono due i menu’ che troverete uno per umani e uno per i cani.

I titolari Gianni Casadei e la moglie Simona Buda sono in linea con la nostra filosofia di portamiconte “i nostri amici a 4 zampe è un piacere portarli sempre con noi (in vacanza, hotel, trattorie, ecc) e ben vengano i ristoranti in cui si può entrare con loro.. ancora di più da Mami Margherita dove possono anche loro gustare i piatti del menù!”

Ma vediamo cosa propone la cucina di Mami Margherita:

Menu’ per umani: piatti della tradizione enogastronomica italiana e si spazia dalla pizza (lievitazione naturale) alla pasta, passando per gli hamburger. Tutti i prodotti sono rigorosamente Made in Italy, preferibilmente biologici e a km 0. Si possono gustare piatti anche nella versione alternativa vegetariana e vegana.

Menu’ cani: bocconcini umidi, croccantini, snack e premietti (di carne e vagani), dolcetti. Anche in questo caso sono prodotti frutto di una selezione di alimenti biologicamente adatti, ipoallergenici e, in alcuni casi, certificati biologici e HFC (Human Food Chain). Il costo? varia da 3 a 7.50 euro.

Inseriamo volentieri Mami Margherita nella nostra app dogtourist e non ci resta che andare a provare questo ristorante! Vi terremo aggiornati su come abbiamo mangiato e come ci siamo trovati.. dalle premesse promette molto bene!

Per chi volesse andare il locale si trova in Piazza Cavour 1 a Forlì per prenotazioni tel. 0543 21040

a cura di Federica Ragni

Il cane soffre di stress post vacanza

stresscane

Giada in vacanza e post vacanza

Anche il cane può soffrire di stress post vacanza! Settembre è, per la maggior parte di noi, la fine delle vacanze. Abbiamo la nostalgia dei giorni trascorsi al mare, in montagna o al lago… e, diciamolo, non abbiamo voglia di ritornare a lavorare! Ma il rientro dalle vacanze triste non coinvolge solo noi, ma anche i nostri amici cani che sono stati in vacanza con noi. Anche per loro è stato divertimento e riposo. Ci avevano tutti per loro, tante attenzioni, passeggiate più lunghe, avventure insieme, riposini pomeridiani condivisi, sveglia più tardi, ecc. E adesso bisogna riabituarsi alla routine quotidiana imposta dal tran tran della nostra vita.

E’ importante quindi fare attenzione a far riabituare il cane alla vita di tutti i giorni.

Ad esempio il vostro 4 zampe potrà risultare serio, stanco e depresso.. ma non preoccupatevi è tutto nella norma, dato che i ritmi erano più intensi in vacanza, faceva più attività (magari bagni al mare, corse, ecc) quindi lasciategli il tempo per recuperare le forze, un pò di tranquillità per riabituarsi alla città.

Dovete inoltre gestire il distacco dal cane in maniera graduale. Il tempo che passavate insieme era tanto, e adesso dovete riabituarlo a stare da solo a poco a poco, magari lasciandolo solo per brevi periodi. Infatti anche un cane che solitamente sta da solo senza problemi, dopo tanto tempo trascorso insieme in vacanza, ha bisogno di un piccolo aiuto a riprendere questa abitudine. Inoltre meglio non esagerare con i saluti prima di uscire, potrebbe fraintendere e rimanere deluso nel vedervi andar via.

Durante l’estate, se a causa del caldo ha mangiato meno, recuperate con un pochino di pappa più del solito, ma senza esagerare…in modo da prepararsi ad affrontare i primi freddi..

Questi possono essere segnali di stress da rientro che può manifestare il cane:

iperattaccamento a noi, disturbi gastrointestinali, mordicchiare oggettiscavare bucheleccarsi le zampe con insistenza. In particolare se sono comportamenti che non ha solitamente non sgridate il cane, ma premiare i comportamenti di calma positivi. Se dovessero persistere questi segnai, in caso di disturbi fisici (intestinali, assenza di fame, dermatiti, ecc) contattate il vostro veterinario, per i disturbi comportamentali persistenti contattate l’educatore cinofilo.

a cura di Federica Ragni

 

Intervista a Zarlot, cinofilia da soccorso

Zarlot

ZARLOT cinofilia da soccorso

Il centro addestramento cinofilo Zarlot è un’associazione O.N.L.U.S., nata a Ravenna nel 2003, finalizzata all’addestramento del cane nella ricerca di superficie. Opera in ottemperanza dell’ordinanza del ministro Sirchia datata 9 Settembre 2003, mette a disposizione la propria esperienza per aiutare ad affrontare i problemi derivanti da una mal gestione del proprio cane.

Abbiamo avuto il piacere di averli ospiti all’ Aperidog di portamiconte in spiaggia da Overbeach (Casalborsetti). Abbiamo conosciuto alcuni dei loro cani di utilità cinofila, ad esempio il fantastico Red.

aperidogcasalborsetti

Red è un bloodhound, cane con un fiuto eccezionale possiede 4 miliardi di recettori olfattivi!!

L’associazione Zarlot propone tantissime attività (Pet therapy, ricerca in superficie e sotto macerie, addestramento, educazione cinofila) che potete scoprire cliccando QUI

Uno degli argomenti che ci ha colpito parlando con Fabio Amati, uno dei responsabili dell’associazione, è l’antropomorfismo canino, secondo questo concetto l’amore che nutriamo nei confronti dei nostri cani ci può portare ad attribuire caratteristiche e qualità umane a determinati loro comportamenti. Questo può generare tra le due specie malintesi comunicativi e potenziali problemi comportamentali.

“Nei saluti, ad esempio, gli umani si avvicinano frontalmente, instaurando subito un contatto visivo e tendendo le mani in avanti, interazione che invece, da parte canina, è interpretata come segnale di sfida, specialmente se ricevuta da un estraneo”.
Antropomorfismo canino. Il linguaggio.

Tanti rischi di umanizzazione possono essere presenti in tanti nostri comportamenti con il nostro amico in casa.

“Quando, ad esempio, scopriamo un misfatto e lui rimane in un angolo, fermo, con il corpo abbassato, le orecchie indietro e lo sguardo dal basso verso l’alto, lo interpretiamo come un atteggiamento colpevole e dispiaciuto, ma in realtà sta semplicemente premonendo la nostra arrabbiatura, che abbiamo anticipatamente comunicato rilasciando un’infinita quantità di feromoni di allarme e mimiche, oltre che vocalizzazioni di rabbia.

Quando, invece, condividiamo il nostro letto o diamo del cibo dalla tavola mentre mangiamo, il nostro gesto non sarà interpretato dal cane come un segno di affetto e condivisione amorevole, ma piuttosto come un innalzamento del suo livello gerarchico, poiché gli è concesso di dividere la tana e il pasto con il leader.

Allo stesso modo il suo tentativo di mettere le zampe sulle nostre spalle, non è fatto con l’intento di “abbracciarci”, in segno di saluto affettuoso, ma piuttosto di prevaricare su di noi, imponendoci un gesto di dominanza”.Zarlot

Altra importante attività svolta da Zarlot è la Pet therapy: un percorso formativo attraverso differenti tecniche e livelli di addestramento, fino al raggiungimento di otto unita cinofile, tre delle quali sono diventate pronte all’utilizzo in progetti riabilitativi e di sostegno alle persone con disabilità.

L’associazione svolge attività di Pet Therapy dal 2005 nelle strutture sanitarie esistenti sul territorio. QUI tutte le informazioni

Ringraziamo l’Associazione Zarlot per la disponibilità dimostrata e per tutto il valido lavoro che attua in ambito cinofilo!

a cura di Federica Ragni

 

Il gelato per cani: Ice Dog

gelato per cani

Nel nostro ultimo Aperidog abbiamo avuto come ospite Ice Dog. Siamo state molto felici di far assaggiare a tutti i cani che hanno partecipato all’aperidog di domenica 28 maggio il buonissimo gelato per cani!

I nostri amici cani hanno apprezzato molto il gelato!

IMG_8970

IMG_9031

aperidog

Ma di cosa si tratta? 

L’idea nasce da Michele e Diego, 2 amici, impegnati rispettivamente, il primo nel settore gelati e affini ed il secondo in ambito cinofilo. Il loro obiettivo è quello di realizzare un alimento per i nostri amici cani.  Ice Dog è un prodotto che rientra tra gli alimenti complementari della sana e corretta alimentazione del cane. Oltre a contenere proteine con un ottimo valore nutrizionale è a basso tenore di grassi e senza zucchero, sostituito da fruttosio (a basso indice glicemico). Tra gli elementi più importanti contenuti dagli ingredienti del gelato per cani, è presente l’inulina, fibra estratta dalla cicoria, che aiuta lo sviluppo dei batteri utili che in tal modo passano indenni la barriera gastrica, giungendo vivi nell’intestino, favorendo l’equilibrio della flora presente e stimolandone le difese immunitarie.

Ice Dog propone i seguenti gusti:

 

Gelato per cane gusto Cucciolo, con scaglie di cocco e crema di riso;

Gelato per cane Adulto, con ananas e ginseng;

Gelato per cane Senior & Light, con yogurt e carota.

Per avere tutte le info visitate il sito www.icedog.it 😉

Dove potete trovare Ice Dog?

Gli amici di Ice Dog stanno elaborando una mappa che presto condivideranno nel loro sito.

Noi di portamiconte, per poter far assaggiare l’Ice Dog a tutti i cani, abbiamo realizzato personalmente con una gelatiera tutti i gelati, utilizzando gli ingredienti che Ice Dog ci ha fornito per testare il prodotto.

gelato per cani - portamiconte

Non vi resta che cercare la gelateria per cani più vicina e gustarvi il gelato con il vostro amico a 4 zampe!

a cura di Federica Ragni