Titolo del Tag

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait.

Archivio dei tag

In auto è pericoloso far viaggiare il cane con la testa fuori dal finestrino?

cani-testa-fuori-finestrino

In auto è pericoloso far viaggiare il cane con la testa fuori dal finestrino?

Conosco tante persone che in auto lasciano che il proprio cane stia con la testa fuori dal finestrino.

Perchè ai cani piace così tanto?

Partiamo intanto con il dire che i cani possiedono tra i 125 e i 250 mila milioni di ghiandole odorifere e quindi con la testa fuori dal finestrino possono fiutare moltissimi odori contemporaneamente e per loro significa piacere e divertimento A noi piace andare al cinema e a loro piace godersi la vista fuori dal finestrino: persone, automobili, panorama, ecc tutto insieme e ciò per loro è estremamente stimolante. Non tralasciamo poi il fatto che la testa fuori dal finestrino per loro significa, aria fresca sul muso e questo li aiuta a rilassarsi soprattutto nei giorni più caldi.

Ma veniamo a spiegare quali sono i rischi che si corrono a lasciare che il proprio cane tenga la testa fuori dal finestrino

  1. Non è sicuro, perchè con la velocità dell’auto il cane potrebbe subire urti e contraccolpi. Oppure, peggio ancora, cadere fuori dal finestrino e finire in strada. Il cane va tenuto nel sedile posteriore legato con la cintura di sicurezza o nell’apposito trasportino.
  2. Bisogna stare attenti a insetti e pulviscoli che potrebbero irritare la cute e insinuarsi negli occhi e nel naso.
  3. Potrebbe essere colpito da oggetti o pietroline sollevate da altre auto
  4. Il vento potrebbe provocare fastidi alle orecchie

occhialini-cane

Se non potete resistere alla richiesta del vostro cane di tenere la testa fuori dal finestrino consigliamo l’acquisto di occhialini specifici (Doggles) e guidate piano 😉

a cura di Federica Ragni

Ginger il cane salvato da Sara Ortin ora viaggia con lei!

sara-ortin-ginger

Conoscete la storia di Ginger, il cane salvato in Africa da Sara Ortin Leon?

Sara Ortin Leon giovane donna spagnola, durante un viaggio in Zambia conobbe nel rifugio dove si trovava per fare ricerche sugli scimpanzé per la sua tesi, il cane Ginger.  Tra loro nacque subito complicità, amore. La convivenza nei giorni passati insieme è stata da subito basata su una “vita insieme“. Ginger la seguiva ovunque, dormivano insieme..

Ma quando arrivò il momento di tornare a Barcellona, Sara decise di non portare con sè Ginger. Una volta tornata in Spagna la nostalgia ed il desiderio di stare con lei era sempre più forte, tanto da spingerla a tornare in Zambia a prenderla. Ginger non si trovava più nel rifugio, ma era stata mandata in una miniera per fare la guardia contro i ladri. Sara non ha esitato ad andarla a prendere e da quel momento sono inseparabili e viaggiano per il mondo insieme!

ginger-e-sara-traveller

Sara Ortin Leon: «All’inizio il cane era spaventato e si nascondeva sempre, ma adesso parte con me con entusiasmo. Giochiamo e facciamo lunghe passeggiate, siamo molto felici insieme. In Africa il 99% della gente odia i cani, e spesso tirano pietre contro di loro o li prendono a calci. Anche per questo ho deciso di portare Ginger con me nelle scuole del posto per far capire ai bambini che i cani sono buoni. E che meritano di essere amati».

a cura di Federica Ragni

fonte: qualazampa, web.

foto: facebook, twitter.

Vacanze con il cane? ecco quali paesi è meglio evitare

Vacanza con il cane? ecco quali paesi è meglio evitare

vacanzaconilcane

Vacanza con il cane? Se state pensando di andare all’estero tenete conto dei consigli che Mary Beth Miller, un’infermiera veterinaria texana, amante dei viaggi e dei cani. Mary Beth ha steso un piccolo vademecum per chi viaggia all’estero con il cane in cui ci sono 28 nazioni nelle quali, viaggiare con un cane, può essere pericoloso.

Riportiamo qui i suoi appunti:

Inghilterra. Dal 1997 sono bandite le seguenti razze: American Pitbull Terrier, Dogo Argentino, Fila Brasileiro (Brazilian Mastiff) e Tosa Inu. I cani devono avere fatto il vaccino antirabbica. Museruola e guinzaglio sono d’obbligo sulla pubblica via.

Svizzera. Sono bandite 5 razze: American Staffordshire Terrier, English Bull Terrier, Staffordshire Bull Terrier, American Pitbull Terrier e il Bandog.

Portogallo. Sono bandite 7 razze: Staffordshire Bull Terrier, American Staffordshire Terrier, Rottweiler, Dogo Argentino, Fila Brasileiro (Brazilian Mastiff), Tosa Inu e Pitbull.

Spagna. Per 9 razze, tra cui il Rottweiler, chiede un certificato legale che non abbiano mai morsicato. Germania. Sono bandite 4 razze: American Pitbull Terrier, American Staffordshire Terrier, Staffordshire Bull Terrier e English Bull Terrier.

Francia. Ha bandito 8 razze di molossi, compreso il Rottweiler.

Russia, Bielorussia e Ucraina: si arriva a 80 razze per cui occorre la maggiore età, la patente e sì, insomma non proprio la mèta giusta.

In Danimarca si arriva a 12 razze bandite.

Stati Uniti. Nessuna restrizione di razza.

Canada. Nessuna restrizione di razza, tranne il Pitbull in Ontario

Australia: banditi Dogo Argentino, Dogo Canario, Fila Brasileiro, Pitbull Terrier e Tosa Inu.

Bermuda. 22 razze bandite tra cui Rottweiler, cane Corso e Alano.

Ecuador: banditi Rottweiler e Pittbull.

Israele: 8 razze bandite, tra cui il Rottweiler.

Il nostro pensiero è ovviamente che le razze qui elencate non è detto che siano per forza aggressive, conosciamo Rottweiler dolcissimi ad esempio. Troviamo ingiuste tutte queste restrizioni! Riportiamo l’elenco perchè meglio stare attenti e non avere sorprese e magari ritrovarsi a dover tornare indietro con il proprio amico.

fonte: ilgiornale.it

a cura di Federica Ragni

Vacanza con il cane? ecco cosa mettere nella sua valigia!

Vacanza con il cane,

cosa mettere nella sua valigia?

valigia-del-cane

Siamo pronti per partire con il nostro amico, cosa mettiamo nella valigia del cane?

– I suoi documenti: libretto sanitario, iscrizione all’Anagrafe regionale canina e, se richiesti, il certificato antirabbica e il passaporto europeo;

Ciotole per acqua e cibo. Molto comoda la ciotola pieghevole in silicone da portare anche a passeggio.

Farmaci, antiparassitari e un kit di pronto soccorso (forbici, garze sterili, cerotti, pomata idrocortisonica, pomata antibiotica, polvere emostatica, antisettici, antidiarroico, pinzetta per zecche e schegge);

Pettorina o collare e guinzaglio;

– Il suo cuscino, la sua cuccia;

– Il cappottino e/o l’impermeabile, se richiesto dal clima;
– Il necessario per l’igiene (spazzola, salviettine umidificate, shampoo, asciugamani);

– I suoi giocattoli preferiti

– Paletta e sacchetti igienici

buona vacanza con il cane 😉

a cura di Federica Ragni

foto:  Mimì , foto di Federica Ragni